BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Itema-Lamiflex, via all’accordo: “Uniti per competere nel mercato globale”

Itema-Lamiflex: fare squadra per continuare a crescere. Firmato l’accordo tra le due aziende. Radici: "Valorizzare le realtà locali per competere nel mercato globale"

Annunciata lo scorso 13 aprile, la partecipazione di Itema SpA (Gruppo Radici) in Lamiflex SpA si è chiusa nel pomeriggio di venerdì 28 aprile con la firma dell’accordo definitivo: il 61% delle quote Lamiflex sono state cedute a Itema, che ne diventa dunque azionista di maggioranza, mentre il restante 39% resta in capo ai figli di Luigina Bernini, presidente dell’azienda leader nella fornitura di materiali compositi e di prodotti per una vasta gamma di realtà industriali, tra cui quella meccanotessile, medica, aerospaziale e delle applicazioni industriali in generale.

“L’integrazione Itema-Lamiflex risponde alla volontà della famiglia Radici di concretizzare operazioni di mercato nel segno della sostenibilità – afferma a nome di tutti i fratelli Angelo Radici, che entra nel CdA di Lamiflex -. Questa è una parola che racchiude il nostro modo di pensare e di agire e che sta alla base della nostra strategia di business: vogliamo rafforzarci nel mercato globale garantendo contestualmente futuro alle aziende del territorio, in linea con il nostro motto “To be Glocal, pensiero globale e azione locale”. Inoltre – continua Radici – le competenze tecnologiche di Lamiflex nel mondo dei compositi si sposano con il pluriennale know how di Itema nel comparto meccanotessile e la profonda conoscenza della chimica dei materiali di RadiciGroup, aprendo la strada a innumerevoli ulteriori opportunità di crescita”.

Famiglia Radici

Angelo Radici

Si tratta di un’azione che mette in pratica la strategia degli azionisti di Itema – per il 60% la famiglia Radici (Angelo, Maurizio, Paolo, Bruna e Maria Grazia) e per il 40% le famiglie Arizzi e Torri – volta a valorizzare le realtà aziendali del territorio che mantengono la “mente” nelle valli bergamasche ma che operano in tutto il mondo.

Luigina Bernini

Luigina Bernini con il marito e i tre figli.

“Con oltre quarant’anni di esperienza nel settore, un fatturato 2016 di oltre 25 milioni di euro e una crescita progressiva che ci ha portati a essere tra i leader nella produzione di materiali compositi – ha dichiarato Luigina Bernini Presidente di Lamiflex – .Pensiamo che entrare a far parte del mondo “Itema-Radici” possa essere una grande opportunità per la nostra azienda, per continuare a competere nel mercato globale facendo squadra con altre aziende del territorio. Un’azienda – sottolinea Bernini- che sul mercato ha aperto la strada delle certificazioni, da quella ambientale alla 231 in ambito di sicurezza e responsabilità aziendale e, ancora, alla ISO 9100 specifica del settore aeronautico”.

Con questa scelta imprenditoriale la famiglia Bernini-Carrara amplia il core business di Lamiflex a nuove e grandi opportunità, per offrire ai lavoratori e all’intero indotto una prospettiva più ampia e di lungo termine.

Un’operazione che permette dunque la creazione di un’importante sinergia tra aziende della filiera per crescere nel comparto meccanotessile ma anche per espandersi in nuovi settori ad altissimo tasso di innovazione, come quello dei compositi, ed essere quindi più competitivi.

Un’integrazione che significa ottimizzazione dei processi e miglioramento delle performance dei prodotti e che si traduce nella cosiddetta “filiera corta”, a limitato impatto ambientale, in linea con i principi dell’economia circolare.

Famiglia Radici

Paolo Radici

Famiglia Radici

Maurizio Radici

Famiglia Radici

Maria Grazia Radici

Famiglia Radici

Bruna Radici

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.