BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Mauro Pellicioli, una vita per il restauro

In occasione del 130° anniversario della nascita, l'associazione Amici della biblioteca di Nembro, con l'associazione Giovanni Secco Suardo, l'amministrazione comunale di Nembro e il sostegno della Comunità Bergamasca celebrano in questi giorni il pittore con incontri a tema e visite guidate.

Erede di un mestiere e di una tradizione che a Bergamo hanno avuto notevole risonanza, Mauro Pellicioli – nato a Lonno, frazione di Nembro nel 1887 – è il nome più illustre del territorio per l’arte del restauro del XX secolo.

In occasione del 130° anniversario della nascita, l’associazione Amici della biblioteca di Nembro, con l’associazione Giovanni Secco Suardo, l’amministrazione comunale di Nembro e il sostegno della Comunità Bergamasca celebrano in questi giorni il pittore con incontri a tema e visite guidate.

Distintosi per l’eccezionale perizia acquisita fin da ragazzetto alla scuola di pittori e decoratori come Francesco Domeneghini e Fermo Taragni, all’Accademia Carrara sotto la guida di Ponziano Loverini e ancora presso botteghe di pittori bergamaschi e milanesi come Franco Steffanoni e Luigi Cavenaghi, Pellicioli fu incaricato di oneri di massima responsabilità come i restauri degli affreschi giotteschi della Cappella degli Scrovegni a Padova e della Basilica superiore di Assisi, la camera degli sposi del Mantegna a Palazzo ducale di Mantova, le pitture del Tintoretto alla Scuola di San Rocco, le opere dei maestri del cinquecento veneto a Venezia, il consolidamento del Cenacolo Vinciano a Milano.

Sabato 29 aprile è prevista una visita guidata all’archivio Mauro Pellicioli che ha sede presso l’Associazione Secco Suardo in Lurano (ritrovo alle 14 davanti alla biblioteca di Nembro, occorre essere automuniti). Durante la visita, di circa due ore, è prevista una panoramica sugli archivi dei restauratori e l’analisi della storia professionale di Pellicioli attraverso materiale documentale; a seguire, una proiezione con filmati e testimonianze d’epoca.

L’appuntamento si pone a conclusione di un progetto che ha coinvolto le scuole del comprensorio con lezioni pratiche e teoriche sull’arte del restauro e che portato a un incontro-conferenza, tenutosi il 26 aprile, sulla personalità e l’opera dell’autore. Sono intervenuti, nella Biblioteca di Nembro, Luigi Battaglia, presidente dell’associazione Amici della Biblioteca, Paola Manzoni e Lanfranco Secco Suardo dell’associazione Secco Suardo, Marcello Bonomi e Mauro Rota, rispettivamente allievo e nipote di Pellicioli, Claudio Sugliani, docente ed esperto d’arte che ha evidenziato le capacità di disegnatore del pittore bergamasco, che fu anche consulente del Louvre e restauratore ufficiale della Pinacoteca di Brera. Ne è venuto un profilo a tutto tondo, umano, professionale, didattico – sia scientifico che aneddotico – del grande restauratore che con il suo talento ha ridato vita a capolavori d’arte in Italia e in Europa.

In particolare, Lanfranco Secco Suardo in videoconferenza ha comunicato l’intenzione dell’associazione che presiede di organizzare il prossimo anno un convegno internazionale sul Pellicioli, sostenuto dal Ministero della cultura ed altri enti non solo nazionali.

Per informazioni sulla visita guidata all’archivio Pellicioli: 035.471367

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.