BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Pontida blindata per il festival anti-razzista, la minoranza al sindaco: “Dimettiti”

Il gruppo consiliare Viviamo Pontida chiede le dimissioni del primo cittadino Luigi Carozzi e della sua giunta. Ecco le motivazioni

Scintille tra il sindaco e la minoranza a Pontida. In una nota protocollata martedì 25 aprile il gruppo consiliare Viviamo Pontida ha ufficialmente chiesto le dimissioni del primo cittadino, Luigi Carozzi.

“Dopo il grande successo di partecipazione e consenso al Festival dell’orgoglio meridionale Antirazzista e Migrante del 22 aprile organizzato a Pontida dai centri sociali di Napoli, sostenuti da gruppi provenienti da tutta Italia – si legge nell’interpellanza dei consiglieri di minoranza Gionata Ghilardi e Giovanni Sana – è stata evidente la partecipazione pacifica e gioiosa di chi è arrivato, in un clima totalmente opposto a quello che il sindaco avrebbe ipotizzato con l’ordinanza n. 11 del 13 aprile che imponeva di fatto un coprifuoco per tutta la giornata del 22 aprile” (GUARDA QUI).

La minoranza chiede al primo cittadino Carozzi: “Cosa l’ha spinta ad emettere tale ordinanza? Imponendo la chiusura di tutti gli uffici pubblici e le attività commerciali ha creato terrore e allarmismo tra i cittadini, anche nei paesi vicini. Allarme ingiustificato, che ha impegnato una macchina della sicurezza imponente, fin dalla serata precedente alla manifestazione. Tutte risorse spese inutilmente a carico dei cittadini”.

Infine, la richiesta di un passo indietro: “Ci sono state ordinanze della Prefettura o da organi superiori di pubblica sicurezza per farla agire in questo modo? Se così non fosse chiediamo le dimissioni sue e di tutta la giunta comunale per avere sconvolto la quotidianità dei suoi cittadini, per averli messi in cattiva luce attraverso i media nazionali, per aver creato danno economico ai commercianti e per avere creato allarme e sfiducia verso gli altri”.

IL TESTO COMPLETO DELL’INTERPELLANZA

17991851_732143553634056_7046753377117536088_n

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.