BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Biglietti online dei concerti, maxi-multa da 1 milione a TicketOne

L'Antitrust ha staccato multe per 1,7 milioni di euro. Un milione è andato alla sola Ticketone, che non ha adottato sufficienti contromisure per evitare che i biglietti finissero su circuiti di rivendita a prezzi maggiorati

Più informazioni su

Biglietti per i concerti durati pochi istanti sulla piattaforma ufficiale di Ticketone e poi riapparsi quasi simultaneamente sul circuito secondario delle rivendite, con tanto di immediati rincari? Bene, l’Antitrust ha staccato multe per 1,7 milioni di euro a conclusione di cinque istruttorie iniziate lo scorso ottobre proprio per verificare eventuali violazioni del Codice del Consumo durante la vendita di biglietti durante questi maxi-concerti.

Degli eventi finiti nel mirino dell’Antitrust fanno parte le esibizioni tenute da importanti gruppi e artisti italiani e internazionali come Foo Fighters, Red Hot Chili Peppers, Bruce Springsteen, Renato Zero, One Direction, Ed Sheeran, Adele, David Gilmour e U2.

A scatenare la bufera era stato però il concerto dei Coldplay del 3 luglio 2017 a San Siro (Milano). Solo 3 settimane dopo i biglietti in vendita su Viagogo (parterre in piedi) erano saliti a 349,44 euro. Primo anello blu, 439,5 euro. Fila 1: 500,46 euro. Il prezzo originale su TicketOne il 7 ottobre era di 86,25 per i primi due e 109,25 per il terzo.

Ciò che hanno tentato di capire le indagini (non solo in Italia) è se le società che vendono per prime i biglietti facciano abbastanza per bloccare gli acquisiti multipli da parte dei “bot”. Un milione di sanzione è così andato alla sola Ticketone, che non ha adottato sufficienti contromisure per evitare che i biglietti finissero sui circuiti di rivendita a prezzi maggiorati. Altre multe sono state elevate a Seatwave, Viagogo, Ticketbis e Mywayticket.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.