Quantcast
"Profilattico contro natura": l'articolo crea scandalo ma c'è chi lo difende - BergamoNews
Sul giornalino scolastico

“Profilattico contro natura”: l’articolo crea scandalo ma c’è chi lo difende

In seguito alla polemica nata dalla pubblicazione di articoli inneggianti all'omofobia e contro il diritto all'aborto sul giornalino scolastico del Liceo Secco Suardo, Guido Sacerdote, classe 2000 e studente del Liceo Secco Suardo, ha deciso di esprimere la sua opinione

“Tolleranza (tol-le-ran-za) s.f. : Atteggiamento di rispetto o di indulgenza nei riguardi dei comportamenti, delle idee o delle convinzioni altrui, anche se in contrasto con le proprie”. Tratto da Il dizionario della lingua italiana G. Devoto e G.C. Oli.

Recentemente è apparso su Print Freud, giornalino del liceo statale Secco Suardo, un articolo che, per le posizioni espresse, ha suscitato reazioni contrastanti e prese di posizione radicali e talvolta anche discutibili da parte di molti ragazzi facenti parte dell’Unione degli studenti Bergamo (LEGGI QUI).

L’autrice nel testo comunica le sue personali convinzioni sull’utilizzo dei contraccettivi e più precisamente su come lei consideri contro natura il profilattico e la “Pillola”.
L’aver espresso in modo così diretto le proprie opinioni ha provocato la reazione sdegnata e quasi sprezzante di un gruppo di studenti, i quali, sulle basi delle proprie convinzioni hanno duramente contestato l’autrice e il contenuto dell’articolo additando lo scritto come “idea pericolosa e contorta che trasmette concezione medioevali”.

Davvero non capisco.

Siamo arrivati al rovesciamento della realtà, chi accusa qualcuno di avere idee antiche e “medioevali” si comporta come la peggiore Inquisizione, condannando e mandando al rogo un pensiero che, seppur espresso davvero male, ha diritto ad essere liberamente palesato e rispettato. L’autrice esterna, come chiaramente scrive nell’incipit, “riflessioni personali”; il fatto che queste non siano in sintonia con quello che una supposta maggioranza di persone ritiene giusto, non implica alcun tipo di censura e di riprovazione nei suoi confronti.

Si è addirittura arrivati a sostenere che certe idee non possano nemmeno essere espresse, in pieno stile “non-essere parmenideo”, nel 2017 in nome di una presunta modernità.
Ma riflettiamo un attimo sul vero significato di quest’ultima: è forse consentire a ciascuno di poter liberamente esprimere il proprio pensiero oppure imporre paletti morali e censure in base a verità superiori?

Magari ai ragazzi dell’Unione studenti Bergamo farebbe bene un ripasso veloce di Voltaire e del suo “Trattato sulla tolleranza” di cui tutti ricordiamo la massima senza tempo “Non sono d’accordo con quello che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto a dirlo”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
Più informazioni
leggi anche
Secco Suardo
Il caso
“Contro natura si muore”, polemica al Secco Suardo per gli articoli omofobi del giornalino
arcigay bergamo
Le reazioni
Articoli omofobi sul giornalino scolastico, Arcigay: “Contenuti gravi e pericolosi”
Secco Suardo
La risposta
Articoli scandalo sul giornalino scolastico: “Un importante segnale da parte dei millenials”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI