BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Crespi, stagione al via: il fascino dell’archeologia industriale rinasce in primavera fotogallery

Sono previste visite guidate e, per la prima volta, sarà possibile accedere all'edificio della Scuola Asilo S.T.I. dove sono stati predisposti video documentaristici e i laboratori di approfondimento

Da domenica 9 aprile sarà nuovamente possibile visitare il villaggio operaio di Crespi d’Adda. Durante la stagione primaverile sono previste visite guidate: partenze alle 11, alle 15, alle 15.30, alle 16, alle 16.30 e alle 17 al costo di 5 euro a persona, con i bambini fino a 6 anni che entrano gratis. Inoltre, per la prima volta, sarà possibile accedere all’edificio della Scuola Asilo S.T.I., dove sono stati predisposti video documentaristici e i laboratori di approfondimento: uno dedicato alla “vita e lavoro in una fabbrica dell’Ottocento”, l’altro dedicato alla “riscoperta della memoria”.

Il programma di rilancio pensato dall’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Valeria Radaelli, è stato affidato al 34enne manager Alvise De Santis (leggi qui la sua intervista). “L’obiettivo a lungo termine – ha spiegato il giovane manager a Bergamonews – è quello di creare un modello di gestione sostenibile, in grado di autofinanziarsi e autopromuoversi”.

Di durata triennale, il progetto vale circa 630mila euro: 300mila derivanti da un bando di Fondazione Cariplo e altri 330mila tra risorse comunali e regionali. Una parte di queste risorse, circa 235mila euro, è stata destinata proprio alla sistemazione delle ex scuole S.T.I. di via Marconi, destinate a diventare uno dei luoghi simbolo del sito patrimonio Unesco.

Tra le novità, anche un nuovo centro per accogliere i visitatori: la gestione dell’infopoint, attraverso un bando e uno schema di convenzione biennale, è stata affidata all’associazione Crespi d’Adda, già da molti anni operativa sul territorio.

Tra le 14 e le 19, il villaggio operaio non sarà accessibile alle auto: all’ingresso del sito Unesco è predisposto un parcheggio per tutti i visitatori.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.