BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Treviglio riqualifica le strade, nel mirino zone rurali e marciapiedi

La città pronta a investire 180 mila euro per riqualificare le proprie strade, particolare attenzione verrà posta verso le zone rurali e verso i marciapiedi interessati dal problema delle radici degli alberi in superficie

Verrà portato mercoledì 29 marzo in sede di giunta comunale il progetto preliminare che prevede la sistemazione di alcune strade cittadine, sia dell’ambito delle due circonvallazioni – interna (in minima parte) ed esterna – che di altre aree urbane per un costo complessivo di 180 mila euro.

Questo particolare tipo di manutenzione, denominata “straordinaria”, avrà come target le principali vie trevigliesi che necessitano di una profonda sistemazione del manto stradale. Tra le più importanti viale De Gasperi, via Libertà, via Crippa, il sottopasso di via Pasteur e Piazzale Merisio a cui si aggiungeranno però anche alcuni tratti delle due circonvallazioni cittadine come ad esempio la rotonda di via Brignano e le ex strade statali 11 e 42. A tutto questo verrà infine aggiunta anche la riqualifica di alcune strade rurali, spesso accesso a cascinali o ad aree verdi, che presentano ora un pesante dissesto che si ripercuote sulla viabilità di residenti e passanti.

L’intervento avrà in questo caso una doppia finalità, permetterà infatti il transito in tutta sicurezza da parte dei cittadini e sarà anche di incentivo per chi fosse interessato a scoprire le bellezze rurali del territorio avendo cosi la possibilità di effettuare passeggiate nell’hinterland trevigliese.

Non solo strade ma anche marciapiedi nel mirino del piano di riqualificazione, in particolare quelli colpiti dal problema dei basamenti degli arbusti. Le piante – querce rosse americane e simili – interrate oltre trenta anni fa dalle precedenti amministrazioni, si sono rivelate negli anni problematiche a causa della conformazioni delle loro radici che tendono ad allargarsi e a rimanere in superficie al posto di scendere in profondità, causando in questo modo la rottura dei marciapiedi e dei cordoli che si trovano nelle vicinanze di questi imponenti alberi. L’intervento comunale punterà quindi alla sistemazione di tutte quelle aree, già individuate, che richiedono un rifacimento dell’asfalto ormai ammalorato per via dell’azione disgregativa legata alla presenza delle piante.

Seguendo il crono – programma previsto dall’amministrazione comunale l’inizio dei lavori avverrà nei mesi di agosto – settembre, anche se la speranza da parte degli addetti ai lavori è quella di poter iniziare anche prima, mentre il termine ultimo per la fine delle opere è fissato per dicembre dell’anno corrente.

“Per manutenzione straordinaria delle strade si intende il rifacimento totale del manto d’asfalto – spiega l’ingegner Bani, progettista dei lavori – che va al di là di quella che noi consideriamo manutenzione ordinaria, ossia tutti quei lavori mirati e di piccola entità che possono ad esempio riguardare il singolo rappezzo di una buca su una strada o la sistemazione di un pezzo di cordolo distaccato; per questo tipo di lavori abbiamo già in previsione una serie di interventi del costo di 100 mila euro. In questo caso invece noi stiamo andando a eseguire dei lavori “pluriennali” sulle strade, che prevedono quindi la durata e l’integrità dell’opera per diverso tempo”.

“Abbiamo previsto interventi in strade urbane, in strade rurali e su marciapiedi – afferma Basilio Mangano, assessore alla Qualità della cittàabbiamo sempre detto che questa amministrazione è molto sensibile a quella che è la qualità della vita e al suo miglioramento, tanto da rendere la cosa come uno degli obiettivi del programma di mandato, però non basta solo declinare la cosa, ma bisogna anche realizzarla in modo concreto e questo intervento che verrà eseguito nei prossimi mesi è uno degli esempi di questa politica del fare.”

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.