Il caso

Casa di riposo di Casazza, esposti e ispezioni: slitta l’affare Curia-Cacciamatta

Due esposti alla Procura della Repubblica, due alla Guardia di Finanza di Bergamo, la verifica dell'Ats stanno ritardando la chiusura della compravendita della casa di riposo di Casazza di proprietà della Curia di Bergamo.

Verifiche, controlli ed esposti in Procura e alla Guardia di finanza. Sarebbero questi i motivi che avrebbero spinto la Curia di Bergamo, che attraverso il Fondo Priula è proprietaria della casa di riposo Sant’Angela Merici di Casazza che ospita un’ottantina di anziani, e la Cacciamatta Srl – braccio operativo della Cacciamatta Onlus – a rimandare di un mese la chiusura dell’accordo di vendita.

La data per l’atto notarile era stata fissata per il 30 di marzo, ma dall’annuncio della vendita il 22 febbraio scorso, è emerso qualche intoppo. Così si è deciso di spostare l’appuntamento dal notaio al 27 aprile.

Che cosa è successo nel frattempo? A frenare sull’affare ci sarebbero due esposti depositati alla Procura della Repubblica di Bergamo e altrettanti presentati alla Guardia di Finanza che chiederebbero alle autorità competenti di fare luce sulle società interessate alla compravendita, sui bilanci e sulla regolarità di alcune consulenze.

A questo si aggiungono le verifiche avviate dalla Ats (Agenzia per la tutela della salute) di Bergamo che, dopo aver ricevuto una pesante segnalazione giunta nella sede di via Gallicciolli,  ha deciso di avviare una serie di ispezioni. Controlli di routine? Non proprio. L’Ats punta ad esaminare che i nuovi acquirenti abbiamo le carte in regola per subentrare alla Fondazione Piccinelli che gestisce di fatto la casa di riposo di Casazza. L’accreditamento dei posti letto, infatti, è soggetto al controllo dell’Ats in quanto servizio pubblico. Se l’Ats non autorizzerà la voltura dell’accreditamento dei posti letto dalla Fondazione Piccinelli alla Cacciamatta Srl, quest’ultima sarà impossibilitata nell’esercitare l’attività di erogazione del servizio socio sanitario all’interno della casa di riposo di Casazza. Ipotesi remota, ma da tenere in considerazione per il buon esito dell’affare dell’anno in Val Cavallina.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
casazza
Le reazioni
Casazza, “Sorpresa e un po’ d’amarezza” per la vendita della casa di riposo
casa di riposo Casazza
Si dice che...
La Chiesa di Bergamo vende ai privati la casa di riposo di Casazza
casazza
Val cavallina
Ispezione dell’Ats nelle residenze per anziani del gruppo Cacciamatta
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI