BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Blitz nella notte contro Bergamonews, il Mab attacca la redazione foto

Nella notte tra venerdì 24 e sabato 25 marzo la redazione di Bergamo è stata oggetto di un attacco da parte del Mab (acronimo di Manipolo d'avanguardia Bergamo) che ha affisso manifesti all'esterno della redazione in via Maj e sparso diversi volantini sul marciapiedi.

“Il riscatto di una città non può avvenire in una notte. La viltà di un concittadino è difficile da cancellare. La nostra visita a Bergamonews vuol tenere alta l’attenzione sul giornalismo orobico, da sempre asservito ai Poteri forti. Paolo Berizzi Vergogna di Bergamo. Associazione Culturale MAB vice presidente Enrico Labanca”

Questo il testo pubblicato con un post su Facebook. Nella notte tra venerdì 24 e sabato 25 marzo la redazione di Bergamo è stata oggetto di un attacco da parte del Mab (acronimo di Manipolo d’avanguardia Bergamo) che ha affisso manifesti all’esterno della redazione in via Maj e sparso diversi volantini sul marciapiedi.

L’attacco avviene a seguito di un articolo sulle minacce al giornalista bergamasco Paolo Berizzi di La Repubblica. Leggi qui l’articolo.

Mab
Mab
Mab
Mab

Immediata la solidarietà del parlamentare Pd di Bergamo Antonio Misiani che in mattinata si è recato In redazione a Bergamonews “per esprimere la mia solidarietà per l’atto intimidatorio di matrice neofascista. Quanto accaduto non va sottovalutato, a maggior ragione perché vengono chiamati in causa giornalisti (Bergamonews e Paolo Berizzi di Repubblica) che in questi anni hanno sempre informato con coraggio sui gruppi neofascisti e neonazisti attivi nel nostro territorio e in Lombardia. Non possiamo abbassare la guardia, purtroppo. Respingere queste minacce e sostenere la libera informazione è un dovere di tutte le forze politiche e istituzionali bergamasche.”

Nel corso della giornata si sono susseguite senza sosta le manifestazioni di solidarietà e di stigmatizzazione di gesti e minacce neofascisti.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.