BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ministero dell’Interno cerca giornalista e addetto stampa… ma a titolo gratuito

Potrebbe sembrare uno scherzo, ma è tutto vero, scritto nero su bianco su un bando pubblicato il 20 marzo scorso e firmato dal Capo Dipartimento dei Vigili del Fuoco del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile

Il Ministero dell’Interno cerca un giornalista “per lo svolgimento delle attività di comunicazione per il Dipartimento dei Vigili del Fuoco del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile”. In particolare, si dovrà occupare “in accordo con l’Ufficio Stampa del Ministro” di “supervisione e consulenza nelle materie della comunicazione ed informazione pubblica istituzionale” oltre che di “fornire un supporto tecnico di alto contenuto specialistico teso a potenziare gli strumenti di comunicazione, individuando forme innovative di comunicazione pubblica” senza tralasciare le “pubbliche relazioni con la stampa nazionale ed internazionale”. E poi dovrà “curare la comunicazione e le relative attività relazionali con Istituzioni, professionisti e rappresentanti di enti pubblici e privati” e promuovere la “valorizzazione delle attività relazionali, sociali e culturali del Dipartimento”. Il compenso? Nessuno. Perché la prestazione è da intendersi a titolo gratuito.

Potrebbe sembrare uno scherzo, ma è tutto vero, scritto nero su bianco su un bando pubblicato il 20 marzo scorso e firmato dal Capo Dipartimento dei Vigili del Fuoco del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile. Il Ministero dell’Interno, a un anno esatto dalla pubblicazione di un bando simile, quando a guidare il Viminale c’era Angelino Alfano, sembra esserci ricascato. Dagli stage formativi ai voucher, ora sembra arrivata l’ora degli incarichi in uffici pubblici a titolo gratuito.

 

 

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.