BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Lamborghini sceglie ancora il Gruppo Bonaldi: a Milano il terzo showroom italiano fotogallery

Dopo Bologna e Bergamo la casa di Sant'Agata Bolognese ha inaugurato il suo terzo showroom italiano e ha scelto ancora il gruppo bergamasco come partner: da Milano parte la scommessa di superare le 100 auto consegnate in Italia nel corso del 2017, in attesa del supersuv Urus.

Un nuovo showroom e l’anteprima nazionale della Huracán Performante: è un debutto in grande stile quello che Lamborghini ha fatto a Milano giovedì 23 marzo con l’inaugurazione di una nuova concessionaria targata Gruppo Bonaldi.

Dopo Bologna e Bergamo, dunque, la casa di Sant’Agata Bolognese ha tagliato il nastro del suo terzo showroom italiano e ha scelto ancora il gruppo bergamasco come partner: con 12.000 veicoli venduti ogni anno e un fatturato consolidato che supera i 300 milioni di euro, Bonaldi rappresenta otto marchi distinti, tutti quelli del gruppo Volkswagen e, dal 2008, Lamborghini.

A Milano Gruppo Bonaldi e Lamborghini hanno dato vita a una concessionaria da 2.500 metri quadrati, in viale Renato Serra, che ospita funzioni direzionali, commerciali e di assistenza post vendita.

“Per noi è un traguardo prestigioso – ha sottolineato l’ad del Gruppo Bonaldi Simona Bonaldi – Milano è una piazza importante e una città del mondo: per un marchio come Lamborghini è ovviamente strategica ma lo è anche per il nostro gruppo la cui storia, iniziata nel 1959, è ricca di soddisfazioni costruite giorno per giorno con impegno, serietà, integrità e desiderio di guardare al futuro con grande ottimismo”.

Lo dimostra la data di inizio della partnership con Lamborghini, il 2008: “Un periodo critico ma non abbiamo mai avuto dubbi che la scelta di Lamborghini fosse vincente – ha concluso Simona Bonaldi – Milano ora richiederà ancora maggiore impegno ed eccellenza: siamo pronti a offrire ai nostri clienti la nostra passione e professionalità”.

Ospite d’onore della giornata Stefano Domenicali, chairman e chief executive officer di Automobili Lamborghini, che si è detto particolarmente soddisfatto della partnership col Gruppo Bonaldi e della nuova apertura milanese: “Come sempre sono i fatti a fare la differenza – ha evidenziato – e Bonaldi ha sempre dimostrato di credere nel marchio che rappresento. Per Lamborghini l’Italia è ancora un mercato di nicchia ma per noi il 2017 è un anno importante, di cambiamenti: ci siamo allargati a livello di dimensioni, in previsione anche del lancio del supersuv Urus a Sant’Agata a fine anno. Nel 2016 abbiamo consegnato in Italia 73 vetture, l’obiettivo per il nuovo anno è di andare oltre le 100 e con l’arrivo del nuovo modello le previsioni sono tutte al rialzo”.

Nelle parole dell’ex direttore della gestione sportiva di Ferrari emerge tanto orgoglio, soprattutto per l’italianità e l’innovazione di Lamborghini, rappresentate alla perfezione dalla nuova Huracán Performante, supersportiva dalle prestazioni record presentata per la prima volta al Salone dell’auto di Ginevra e che a Milano ha fatto il suo debutto italiano.

A chiudere la giornata di festa è Gianemilio Brusa, ad del Gruppo Bonaldi: “La nostra partnership con Lamborghini è stata fortemente voluta, era un marchio al quale non volevamo rinunciare. Nel tempo il progetto ci ha gratificato, abbiamo scoperto il valore del vero Made in Italy, la passione per i motori e per la tecnologia che piazzano Lamborghini al di sopra dello standard automobilistico. Siamo orgogliosi di inaugurare a Milano ma la sede di Bergamo rimarrà operativa e strategica. Siamo consapevoli che qui avremo a che fare con clienti esigenti che non acquistano un’auto ma coronano un sogno: lo faremo portando la nostra grande esperienza nell’assistenza, maturata anche grazie alla nostra attività a livello competitivo. Siamo forse l’unica concessionaria al mondo ad avere una sua scuderia, con la quale abbiamo conquistato per 3 volte il titolo mondiale”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.