BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Cologno al Serio, polizia locale nel caos: 3 dei 7 agenti chiedono di andarsene

Il sindaco Drago: "Potranno andarsene solo quando troveremo i sostituti". Bottari del sindacato di categoria: "Situazione preoccupante"

Polizia locale in subbuglio a Cologno al Serio. Nelle settimane scorse tre dei sette agenti in servizio nel paese della Bassa (undicimila abitanti) hanno chiesto, per motivi non ben precisati, di essere trasferiti.

L’amministrazione comunale guidata dal sindaco Chiara Drago ha accettato la richiesta, ma condizionata al fatto che prima vengano trovati i sostituti. È stata quindi indetta una selezione rivolta ad agenti di altri comuni intenzionati a trasferirsi a Cologno. In Comune è arrivata una sola domanda, che però non è stata ammessa perchè non rispettava i criteri richiesti dal bando.

“La situazione sta diventando complicata – spiega Alessandro Bottari, segretario provinciale del S.U.L.P.M., sindacato di categoria – attraverso il comunicato ufficiale del Comune abbiamo appreso che solo una domanda in ingresso di un agente intenzionato a partecipare a questo bando di mobilità era pervenuta, e che tra l’ altro, non è stata ammessa. Ora si pone un interrogativo. Il Comune concederà un nulla osta incondizionato agli agenti che hanno chiesto il trasferimento oppure lo denegherà?”.

La risposta alla domanda di Bottari arriva direttamente dal sindaco Drago: “Finché non troviamo i sostituti non li lasciamo andare via – spiega il primo cittadino – . E mi sembra una questione di logica: non possiamo dimezzare di colpo il nostro corpo di polizia locale in un periodo così delicato dal punto di vista della sicurezza. Preferisco non esprimermi sulle ragioni che hanno portato i tre agenti a chiedere il trasferimento. Dico solo che non sono del paese e che quindi credo abbiano l’esigenza di avvicinarsi a casa. In ogni caso mi occuperò personalmente della vicenda e già dai prossimi giorni chiederò un incontro con loro”.

“Il fatto che tre agenti di polizia locale abbiano chiesto il trasferimento – aggiunge Bottari – all’interno di un corpo che in termini di personale è comunque di ridotte dimensioni, è sicuramente un dato significativo, che non può e non deve essere ignorato. Come sindacato, non intendiamo di certo ignorarlo. Anzi, vogliamo capire di più in merito. Per questo motivo avvieremo un percorso di confronto con i lavoratori e cercheremo di capire se vi siano particolari problematiche meritevoli di essere affrontate, senza precludere altre opportune iniziative sindacali”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.