La procedura

L’Archivio di Stato di Bergamo trasloca: aperto il bando per la nuova sede

Dopo nemmeno 7 anni l'Archivio di Stato lascia via Fratelli Bronzetti e cerca una nuova sede: procedura aperta lunedì, durerà un mese ed è vincolata ad immobili siti nel Comune di Bergamo.

L’Archivio di Stato trasloca da via Bronzetti: verificata l’impossibilità di rinnovare il contratto di locazione scaduto nel 2015, nella giornata di lunedì 20 febbraio è stato pubblicato sul sito ufficiale un bando per la ricerca della nuova sede.

L’immobile, che deve essere già disponibile e sito nel comune di Bergamo, dovrà necessariamente avere caratteristiche ben precise: essere di facile accesso e raggiungibile dai mezzi di trasporto pubblico, avere una superficie lorda totale non inferiore a 5mila metri quadrati e adatta a ospitare non meno di 15 chilometri di scaffalatura, avere spazi di 600 metri quadrati da adibire a uffici, sale studio e zone servizi di supporto all’attività archivistica.

La pavimentazione dovrà avere una portanza di 1.200 chili per metro quadrato per la zona archivio e di 300 chili per la zona uffici, separata dalla zona aperta al pubblico: l’immobile oggetto di locazione dovrà essere di piena proprietà o nella piena disponibilità giuridica del proponente.

L’offerta dovrà pervenire entro le 12 del 20 marzo: a meno di sette anni dal trasloco, dunque, l’Archivio di Stato lascia via Bronzetti e cerca una nuova casa.

La notizia positiva è che il bando vincola le offerte agli immobili presenti nel capoluogo: voci di corridoio, infatti, parlavano infatti di un possibile trasloco addirittura al di fuori della provincia, eventualità fortunatamente esclusa dalla procedura appena avviata.

 

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI