BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bonus elettrico e bonus gas: gli sconti per chi ha redditi bassi o è malato

Più informazioni su

Dal febbraio 2009 sono operativi i cosiddetti “bonus elettrico” e “bonus gas”, ancora quasi sconosciti dopo più circa otto anni dalla loro introduzione. Si tratta di due “sconti” ottenibili sulle bollette dell’energia elettrica e del gas metano (solo sulla bolletta del gas e non sull’acquisto di gas in bombola o di GPL) da coloro che si trovano in condizioni svantaggiate a livello economico o di salute, proposti dal Governo nell’anno 2009 e resi poi operativi dall’Autorità per l’Energia.

Chi ne ha diritto

Entrambi i bonus sono destinati a due categorie di soggetti. La prima categoria è costituita dalle famiglie in disagio economico ovvero tutte quelle famiglie che presentano un ISEE (indicatore numerico della Situazione Economica Equivalente) non superiore a 7.500 € annui per i nuclei familiari con meno di quattro figli a carico e non superiore ad € 20.000 annui nel caso di famiglie con quattro o più figli a carico.

Si ricorda che l’indicatore ISEE non corrisponde al reddito del nucleo familiare in quanto nella determinazione dello stesso si tiene conto di una serie di fattori, oltre al reddito, quali il patrimonio di proprietà del nucleo familiare, il numero di componenti… Proprio per la complessità del calcolo è purtroppo impossibile fornire un dato che permetta a priori di auto determinare la misura dell’indicatore ma lo stesso è gratuitamente calcolato dai caf e dai patronati, a seguito della richiesta di calcolo e previa presentazione di alcuni documenti richiesti per il calcolo. Si consiglia pertanto ai lettori interessati di contattare il proprio caf di fiducia al fine di farsi redigere l’attestato contenente l’indicazione del valore dell’ISEE.

La seconda categoria di soggetti aventi diritto (solo però al bonus elettrico) è costituta dalle persone con disagio fisico che utilizzano apparecchi elettromedicali per il mantenimento in vita. In tal caso non esistono soglie di reddito o limiti per l’accesso al beneficio e non è nemmeno necessario che il soggetto in disagio fisico sia l’intestatario della fornitura.

L’ammontare dei bonus

Per l’anno 2017 l’importo, il bonus elettrico varia dai 112 € ai 165 € annui per quanto riguarda coloro che rientrano nei parametri del disagio economico mentre il bonus gas varia dai 31 € ai 279 €. L’importo dipende principalmente dalla numerosità del nucleo familiare.

Diverso è invece il discorso per coloro che hanno diritto al bonus energia per motivi di salute. In tal caso l’importo è determinato in funzione all’apparecchiatura utilizzata.

I diversi bonus sono fra loro cumulabili.

Come effettuare la richiesta

Per ottenere i bonus occorre inoltrare apposita domanda al proprio comune di residenza oppure presso altro istituto eventualmente designato dal Comune stesso. I moduli sono disponibili presso i comuni oppure sul sito dell’Autorità per l’Energia (http://www.autorita.energia.it/it/index.htm) e si segnala che unitamente alla richiesta, per i soggetti in disagio economico, va presentata la certificazione rilasciata da caf o patronato circa l’importo dell’ISEE.

Come viene erogato il bonus

Una volta presentata la domanda ed accertato il diritto alla corresponsione del bonus da parte del Comune di residenza, verrà rilasciata dal comune stesso una attestazione che conferma che la richiesta è stata inoltrata al fornitore di energia elettrica o di gas metano.

Il fornitore in questione provvederà poi a erogare il bonus direttamente in bolletta nel caso in cui il soggetto richiedente sia l’intestatario della fornitura oppure con un apposito bonifico bancario emesso da Poste Italiane.

Finanziamento del bonus

Tali bonus non sono finanziati direttamente dallo stato ma da una componente tariffaria che verrà applicata agli altri utenti sulle bollette di elettricità e gas metano.

 

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.