Il commento

Dati congiunturali, la Cisl: “A Bergamo l’urgenza è l’occupazione giovanile”

Il segretario generale della Cisl di Bergamo Ferdinando Piccinini commenta i dati congiunturali relativi al 2016: “Valutazione leggermente ottimista ma serve un migliore allineamento tra formazione e inserimenti lavorativi”.

Aumenta la produzione industriale e quella dell’artigianato manifatturiero, il terziario fa segnare un risultato positivo nel commercio al dettaglio e l’edilizia, pur facendo segnare ancora un risultato negativo, non risulta in peggioramento rispetto al 2015: sono questi, in estrema sintesi, i dati principali comunicati dal Servizio Studi della Camera di Commercio di Bergamo in relazioni all’ultimo trimestre del 2016 e dell’intero anno passato.

La valutazione complessiva è leggermente ottimista – commenta il segretario generale della Cisl di Bergamo Ferdinando Piccinini – : si notano piccoli spostamenti verso il segno più, con un settore manifatturiero che registra risultati di crescita più consistenti della media regionale, grazie anche a realtà selezionate e di qualità, che dimostra come il manifatturiero bergamasco mantiene punti di forza soprattutto sul versante della diversificazione e dell’export. Però, senza una maggiore crescita interna il problema di fondo rimane, e cioè che questa parvenza di ripresa non influenza il dato occupazionale”.

“A fine anno – continua – ci troviamo con un ‘zero virgola’ che non ci consegna alcun stravolgimento dei dati, dopo anni di crisi pesante: emblema di ciò, il settore edile che non dà nemmeno piccoli segnali di ‘rimbalzo’ nonostante continue e pesanti cadute degli anni precedenti”.

“Dal Commercio – conclude Piccinini – i soliti segnali di ripresa; positivi i riassorbimenti delle casse. Rimane lo snodo urgente dell’occupazione, che nonostante le tante fuoriuscite, non ha consegnato consistenti ricambi generazionali, e di fatto emerge per l’ennesima volta l’urgenza dell’occupazione giovanile e di un migliore allineamento tra formazione e inserimenti lavorativi”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI