L'assessore ciagà

“Ecco le centraline: così valutiamo l’aria respirata dai bergamaschi”

Alla scoperta delle tre stazioni fisse che monitorano ogni giorno la qualità dell'aria di Bergamo: si trovano nel centro cittadino, a Loreto e a Monterosso

Si trovano in via Goisis, in via Meucci e in via Garibaldi. Sono le tre centraline Arpa per il sistema di monitoraggio della qualità dell’aria di Bergamo, quelle stazioni fisse che dicono agli esperti quale aria stanno respirando in un determinato periodo i bergamaschi.

Con l’assessore all’Ambiente del Comune di Bergamo Leyla Ciagà siamo andati alla scoperta delle tre centraline. Una tappa alla stazione fissa di via Meucci, nel quartiere Loreto, quella che fornisce i dati più dettagliati assieme a quella di via Goisis, del quartiere Monterosso: questa infatti, è una centralina cosiddetta da fondo, studiata per rilevare in modo preciso le polveri contenute in un quartiere con poco traffico e tante abitazioni.

“Il dato che stiamo tenendo monitorato con la massima attenzione ora – spiega l’assessore Ciagà – è quello del levoglucosano, un marker specifico che misura la combustione di legno. In questo periodo particolare stiamo puntando molto sulla campagna di sensibilizzazione per l’aria pulita. In inverno è determinante la scelta che ogni cittadino compie per riscaldare l’ambiente in cui vive”.

“Quella di via Garibaldi – continua l’assessore – è invece una centralina da traffico, posizionata in quel particolare punto in cui la concentrazione di mezzi di trasporto inquinanti è particolarmente alta. Lì monitoriamo principalmente le PM10”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI