Salvini a Bergamo per il No al referendum: "Temo irregolarità di Renzi" - BergamoNews
L'appello

Salvini a Bergamo per il No al referendum: “Temo irregolarità di Renzi” video

Il leader leghista ha fatto tappa nella sede cittadina: "I sondaggi ci danno in vantaggio, ma in queste ore Renzi sta promettendo soldi a tutti per comparsi i voti"

A due giorni dal voto che potrebbe decidere il futuro dell’Italia, Matteo Salvini arriva a Bergamo per sostenere la contrarietà del popolo del Carroccio al referendum costituzionale di domenica 4 dicembre. Il segretario della Lega Nord ha fatto tappa nella sede cittadina alla presenza di numerosi sindaci, al segretario locale Daniele Belotti, all’ex ministro Roberto Castelli che ha presieduto il comitato bergamasco per il No, al senatore Giacomo Stucchi e alla coordinatrice dei sindaci Simona Pergreffi.

“In questo momento sono preoccupato soprattutto per il voto degli italiani all’estero – ha esordito Salvini – . Temo irregolarità. Ma noi contiamo sulle schede di chi vive e lavora in Italia, come voi bergamaschi che mi auguro votiate per il no. I sondaggi ci danno in vantaggio, ma in queste ore Renzi sta promettendo soldi a tutti per comparsi i voti. Strano che quando è venuto a Bergamo non ha promesso una qualificazione dell’Atalanta in Champions in cambio di un sì”.

“Scherzi a parte – ha proseguito – spero che la gente sia più furba di lui e non cada in trappola. Se dovesse vincere il sì, sarebbe la morte delle autorità locali, pensateci bene. In ogni caso noi continueremo a volantinare a diffondere il nostro pensiero con i gazebo nelle strade. A questo proposito, ringrazio i nostri militanti per il prezioso lavoro svolto in queste settimane”.

Il segretario cittadino Belotti ha poi diffuso alcuni numeri: “In queste settimane abbiamo distribuito 150mila volantini, appeso 10mila manifesti, e tanti ci sono stati strappati dai soliti simpaticoni, abbiamo allestito centinaia di gazebo i tutta la provincia, organizzato 70 incontri pubblici e andati in 1500 alla manifestazione di Firenze. Per questo mi unisco ai ringraziamenti per il lavoro svolto dai nostri militanti. Speriamo porti i frutti sperati”.

Simona Pergreffi ha parlato di “grande preoccupazione per il futuro degli enti locali se dovesse vincere il sì”, mentre Roberto Castelli ha spiegato come “in queste settimane si è cercato di illustrare ai cittadini cosa c’è sotto questo modifica alla legge costituzionale”.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it