• Abbonati
Carabinieri

Chiari, stupra una donna di 87 anni: 32enne arrestato nel Bergamasco

L'uomo, romeno, le ha tappato la bocca con la mano e sotto minaccia di un coltello l’ha costretta a subire un rapporto sessuale

Drammatico episodio nella notte a Chiari, nel Bresciano, dove una donna di 87 anni è stata violentata. I carabinieri hanno fermato un 32enne romeno, residente a Castelcovati, sempre in provincia di Brescia, che secondo la ricostruzione in piena notte si è introdotto in casa dell’anziana.

Qui, dopo aver prelevato dalla cucina un coltello, si è diretto verso la camera da letto, dove la donna in quel momento stava dormendo. Il romeno ha tappato la bocca dell’87enne con la mano, quindi sotto minaccia dell’arma l’ha costretta a subire un rapporto sessuale. In seguito l’ha minacciata di morte se avesse raccontato a chiunque quanto accaduto.

L’anziana, sotto choc, non si è però lasciata intimorire, trovando il coraggio di denunciare quanto le era accaduto, così nel giro di poche ore il 32enne è stato individuato.

L’uomo, dopo quanto aveva commesso, si era trasferito a casa di uno zio in provincia di Bergamo. I rilievi eseguiti a casa della vittima hanno fatto rinvenire il coltello utilizzato dall’aggressore, oltre ad alcune tracce biologiche che sono servite per ricostruire il suo profilo genetico.

In base a questi elementi, la procura di Brescia ha emesso nei confronti del romeno un decreto di fermo di indiziato di delitto. Ora il 32enne dovrà rispondere dei reati di violenza sessuale aggravata, lesioni personali e minacce.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI