• Abbonati
I dati

Bergamo, inflazione in lieve crescita ad agosto: in cultura e viaggi i rincari maggiori

Nel mese di agosto, l’indice dei prezzi al consumo per l’intera collettività, a Bergamo, risulta in aumento dello 0,3% rispetto al mese precedente. Il tasso tendenziale (la variazione percentuale rispetto allo stesso mese dell’anno precedente), si attesta a -0,2%, in aumento rispetto al -0,3% registrato il mese scorso.

La variazione più marcata si registra nella divisione “Ricreazione, spettacoli e cultura” con aumenti dei servizi ricreativi e sportivi, pacchetti vacanza, articoli per giardinaggio, piante e fiori; in calo supporti di registrazione, apparecchi di ricezione, registrazione e riproduzione suoni, giochi, giocattoli e hobby. Segue la spesa per i “Trasporti” nella quale si registrano rincari del trasporto aereo e di quello marittimo; in diminuzione pezzi di ricambio e accessori per mezzi di trasporto, carburanti e lubrificanti.

Positiva anche la divisione “Prodotti alimentari e bevande analcoliche” dove si rilevano aumenti di frutta, pesci e prodotti ittici. Lieve diminuzione per “Abbigliamento e calzature” dovuta ai cali dei servizi di lavanderia, riparazione e noleggio abiti.

Invariate le divisioni “Bevande alcoliche e tabacchi”, “Abitazione, acqua, energia elettrica, gas e altri combustibili”, “Mobili, articoli e servizi per la casa”, “Servizi sanitari e spese per la salute”, “Comunicazioni”, “Istruzione” “Servizi ricettivi e di ristorazione” e “Altri beni e servizi”.

prezzi al consumo

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI