Quantcast
Addio ex palaghiaccio: alla Malpensata pattini a rotelle, balli e cinema all'aperto - BergamoNews
Il progetto

Addio ex palaghiaccio: alla Malpensata pattini a rotelle, balli e cinema all’aperto

Un impianto polifunzionale che accolga non solo attività sportive ma che possa funzionare in sinergia con i servizi ricreativi e aggregativi che saranno offerti all’interno dell’adiacente Parco della Malpensata oggetto di una riqualificazione in via di conclusione: è il progetto del Comune di Bergamo nell’area dell’ex palazzetto del ghiaccio al posto del quale sorgerà un nuovo servizio sportivo di base.

La struttura indoor, con fondo pattinabile, non sarà dedicata esclusivamente al pattinaggio a rotelle ma anche a ballo liscio, feste e cineforum mentre l’area esterna ben si presta ad attività quali il cinema all’aperto.

“Insieme all’assessore allo Sport Loredana Poli – spiega l’assessore ai Lavori Pubblici Marco Brembillastiamo pensando a una struttura polivalente dove l’attività sportiva sia solo una delle possibilità. La struttura, adiacente al nuovo parco della Malpensata ormai in via di ultimazione, dovrà fungere da raccordo per le attività che verranno svolte nella zona”.

Il progetto è stato inserito nel maxi bando da 18 milioni per le periferie votato in Aula lo scorso 4 luglio e prevede anche locali “di servizio” quali bagni, spogliatoi e un bar: una volta ultimato il nuovo parco della Malpensata la vecchia struttura, ora in disuso, del palazzetto del ghiaccio verrà demolita e partiranno i lavori per la realizzazione dell’impianto.

In Consiglio la delibera è stata approvata con 21 voti favorevoli e le cinque astensioni dei consiglieri presenti di Lega Nord, Forza Italia, Fratelli d’Italia e Movimento 5 Stelle.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it