Quantcast
Non risale dopo l'immersione, sub ritrovato morto a 60 metri di profondità - BergamoNews
Lecco

Non risale dopo l’immersione, sub ritrovato morto a 60 metri di profondità

E’ stato ritrovato annegato a 60 metri di profondità il sub disperso nella acque del lago di Lecco dalla serata di martedì 21 giugno, dopo le 20, che si era immerso con il fratello 45enne residente a Bonate Sotto.

Flavio Oggioni, questo il suo nome, 49 anni, di Verderio (Lecco) è stato recuperato mercoledì pomeriggio dai sommozzatori dei vigili del fuoco.

I due si sono immersi nella zona del lago chiamata Moregallo, a Mandello del Lario in provincia di Lecco.

Uno dei due avrebbe accusato un malore e avrebbe deciso di tornare a riva. Prima della risalita avrebbe fatto un cenno al fratello.

Una volta riemerso, ha atteso a terra il fratello, ma non vedendolo tornare ha iniziato a preoccuparsi ed ha lanciato l’allarme. Sul posto sono così arrivate un’ambulanza, un’automedica e i vigili del fuoco, oltre ai sommozzatori da Milano. Fino al drammatico ritrovamento di mercoledì pomeriggio.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI