La storia

Tre amiche all’alba per ammirare l’opera di Christo: esperienza unica video

Alba, Pinuccia e Annalia sono tre amiche che hanno deciso di presentarsi all'apertura della passerella per provare l'emozione. Le abbiamo incontrare alla fine: felicissime. E con un altro desiderio: ripercorrerla al chiaro di luna.

Che cos’è l’amicizia se non il desiderio di vivere e condividere insieme momenti belli? La risposta è forse nell’avventura che Alba, Pinuccia e Annalia hanno vissuto nella giornata di sabato 18 giugno. Sveglia all’alba e ritrovo a Provaglio d’Iseo per salire sulla navetta ed testare la passerella di Christo che collega Sulzano a Montisola e da Montisola all’isola di San Paolo.

Alba Castelli, 65 anni di Tavernola quest’opera l’ha vista in tutte le sue fasi di realizzazione. “Sono andata anche agli incontri con l’artista e mi ha appassionato, trovo sia un’idea straordinaria, bellissima – racconta – anche solamente perché ha scelto il nostro lago. La possibilità di attraversare il lago su un’opera d’arte, accessibile a tutti indistintamente, senza cerimonie di inaugurazione, senza sfarzi ma con il desiderio di farci provare un’ebbrezza è stata il motivo che mi ha appassionato ogni giorno di più. La sera quando da Tavernola ammiro la passerella con le luci accese trovo sia una poesia che danza sul lago”.

È stata proprio Alba a coinvolgere le altre due amiche Pinuccia Cavagna, 57 anni di Bonate  e Annalia Pirola, 61 anni di Osio Sotto.

“Siamo tre amiche che condividono il piacere e la passione per la montagna – afferma Pinuccia -. Volevamo vedere l’alba sulla passerella, per questo abbiamo deciso di partire presto e provare a camminare sull’acqua”. Annalia confida che l’emozione è data anche dal colore: “Il giallo è il colore della vita, credo sia un colore stupendo e adatto per un opera così unica”.

Se all’inizio erano un po’ titubanti, soprattutto Alba che ha messo al 50 per cento gli aspetti positivi e 50 per cento per quello negativi, al termine della camminata, dopo tre ore sulla passerella e a Montisola il commento è univoco: “Gli aspetti negativi sono scesi decisamente al 30%, è un’opera incredibile, bellissima. Ora c’è rimasto un altro desiderio: provare a ripercorrerla la sera, in notturna, magari al chiaro di luna”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI