Prandelli scalda i tifosi: "Con lui l'Atalanta può puntare in alto" - BergamoNews
Le reazioni

Prandelli scalda i tifosi: “Con lui l’Atalanta può puntare in alto”

Cesare Prandelli infiamma i tifosi nerazzurri. Non si sono fatti attendere, infatti, i commenti in rete dei sostenitori bergamaschi dopo l’uscita della notizia che vuole l’ex ct azzurro a un passo dal ritorno all’Atalanta.

L’idea comune è una: “Se davvero arrivasse Prandelli smetteremmo di lottare per una semplice salvezza”.

Già, perché, in effetti, sembrerebbe difficile ipotizzare che l’ex tecnico della Nazionale, vice campione agli ultimi Europei del 2012, possa accettare di tornare in serie A con una squadra in lotta per evitare la retrocessione.

Prandelli, dunque, può essere la svolta per il futuro dell’Atalanta?

Abbiamo girato la domanda ai nostri lettori. Secondo la maggior parte di questi, la risposta è sì: “Sarebbe un sogno” commenta Roberto Ferrari; “Con lui si va in Europa” spiega invece Silvano Taiocchi. Per Andrea Brembilla l’arrivo di Prandelli sta a significare “l’avvio di un progetto serio e ambizioso, finalmente”.

Per Mario Perucchini “Prandelli lavorerà molto bene con i nostri giovani”; mentre Giulio El Tanque è ben felice di vedere l’ex Viola tornare a Bergamo: “Deve rilanciarsi, è bene che lo faccia qui”.

Soddisfatta anche Sele Dotti: “E’ il nome migliore tra tutti quelli sentiti finora”.

C’è poi chi pensa a Edy Reja, prossimo all’addio dopo un anno e mezzo: “Bene Prandelli, ma dispiace molto per Reja” commenta Tommaso Brunetti. A cui fa eco Simone Brasi: “Grazie di tutto Reja, grande uomo”.

Insomma, Prandelli piace quasi a tutti. E una parte dei tifosi ha già voglia di sognare col possibile nuovo tecnico: “E’ l’uomo giusto per la Dea? Se farà come Ranieri, sì” commenta un po’ scherzando e un po’ serio Patrizio Galli.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it