Reja, appello a Percassi: "Il mio futuro? Decide lui" - BergamoNews
Dagli spogliatoi

Reja, appello a Percassi: “Il mio futuro? Decide lui”

Sereno, soddisfatto e sorridente. Edy Reja si presenta così davanti a taccuini e microfoni nel post-partita di Atalanta-Chievo.

La salvezza è finalmente matematica e i complimenti per il tecnico goriziano si sprecano. Lui se li prende tutti, fiero: “Ce l’abbiamo fatta, era ora – ha commentato con un sorriso -. Non è stato facile, c’è stato un po’ troppo da soffrire ma adesso possiamo dire di essere salvi. Sono soddisfatto, abbiamo raggiunto il nostro obiettivo. Ma, visto l’inizio di stagione, credevo di andare avanti su quella linea, speravo di fare qualcosa in più. Invece c’è stato qualche problema tra gennaio e febbraio, con l’inserimento dei nuovi elementi. Adesso, però, abbiamo raggiunto un discreto stato di forma e stiamo proponendo un bel gioco”.

Quando si parla del suo futuro, Reja passa la ‘patata bollente’ ad Antonio Percassi: “Quelle che riguardano il mio futuro sono valutazioni che dovrà fare il presidente – ha spiegato -. Sa il mio lavoro, poi vedremo. Qui sono stato benissimo, la società è straordinaria e c’è una organizzazione perfetta. Vedremo cosa deciderà la società”.

Infine una battuta su Borriello, eroe di giornata anche col Chievo: “Da quando è arrivato a Bergamo ha fatto un lavoro pazzesco, ha perso 8 chili e si è messo a disposizione del gruppo – ha spiegato Reja -. Ora sta bene e si sta esprimendo su livelli importantissimi. Questo Borriello è un grande giocatore”.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it