La truffa

Brembate, finto tecnico dell’acqua ipnotizza e deruba coppia di anziani

E' successo giovedì 7 aprile, dove una coppia di anziani è stata derubata di denaro e oggetti preziosi da un finto tecnico dell'acqua

Nuova truffa agli anziani in provincia di Bergamo. E’ successo giovedì 7 aprile, a Brembate, dove una coppia di anziani, marito e moglie, è stata derubata di denaro e oggetti preziosi da un finto tecnico dell’acqua.

Questo il racconto dell’uomo, che a Bergamonews ha ricostruito l’episodio:

“Giovedì alle 13 ha preso il via per me e mia moglie un’avventura in casa con un uomo, italiano e senza particolari accenti, che ha sunoato il citofono per chiederci di aprire il cancello di entrata, per la lettura del contatore dell’acqua e per fare un controllo sull’acqua stessa.

E’ una truffa che è durata circa un’ora e c’è stato di tutto. Dal finto odore di gas agli scoppi di mortaretti in casa per illuderci che qualcosa non andava. Molto probabilmente siamo stati pure ipnotizzati.

E’ entrato in casa, una villetta singola su due piani, con la scusa, come detto, di un controllo dell’acqua in uscita dai rubinetti, con sonda con radiazioni ad alta densità.

Abbiamo messo soldi, oro (anche se poco perché eravamo già stati derubati anni fa), e portafogli in un sacchetto nel frigo di casa per sicurezza. Ma poi, mentre noi eravamo intontiti dal forte odore che si sentiva in tutta la casa, il tizio ha trafugato senza farsi accorgere il sacchetto, e se ne è andato con noi che avevamo la testa nelle nuvole. Per due anziani come noi, finito tutto, è sembrato vivere un’avventura da film.

Abbiamo raccontato il tutto ai carabinieri del 112 giunti sul posto dopo 15 minuti, ai carabinieri della caserma di Brembate, e al comando vigili locale di Capriate ai quali un cittadino ha consegnato il sacchetto della refurtiva trovato in strada alle 16,45, priva però dell’oro e del contante.

Mi hanno riferito di qualcosa di simile è accaduto nel comune di Madone, anche se meno colorito di fatti e particolari.

Anche se non c’è stata violenza a differenza di altri casi, mi hanno detto di informare più gente possibile per far conoscere la dinamica che ha molti particolari anche nuovi, tipo i forti scoppi uditi per tre volte , mentre l’uso di fiale dall’odore acre è più comune per simulare perdite di gas”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
Più informazioni
leggi anche
Equitalia
L'avviso
Attenzione alle e-mail su avvisi di pagamento Equitalia: “E’ una truffa”
A generica
Aduc
Una telefonata sul rinnovo Telecom? “Attenti, è una truffa”
Truffa informatica
L'intervento
Pioggia di email-truffa, Enel: “Non cliccate i link, non chiediamo dati in quel modo”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI