Per Pasqua e pasquetta apertura straordinaria dell’orto Botanico - BergamoNews
Città alta

Per Pasqua e pasquetta apertura straordinaria dell’orto Botanico

Apertura straordinaria a Pasqua e pasquetta dell’orto Botanico in Città Alta per domenica 27 e lunedì 28 marzo. Ingresso gratuito.

“Le magnolie sono al culmine della fioritura, la preziosa Primula palinuri sarà fiorita ancora per poco e i tulipani precoci stanno iniziando a spuntare. Queste sono solo alcune delle particolarità che potete ammirare in questa stagione presso la nostra sezione di Città Alta” – dichiara Gabriele Rinaldi, direttore dell’Orto Botanico.

“La primavera è oramai sbocciata e, considerando i numerosi turisti, che ogni anno ci fanno visita in occasione delle festività pasquali, abbiamo deciso di aprire straordinariamente per Pasqua e Pasquetta con orario continuato dalle 9.00 alle 18.00.”

Lo scorso weekend un centinaio di persone sono accorse incuriosite dalla vita delle api, raccontata dagli apicoltori bergamaschi. Nelle prossime giornate di festa, invece, una visita guidata gratuita: lunedì 28 marzo, alle 16, la naturalista Elena Serughetti guiderà i visitatori alla scoperta del Mediterraneo a Bergamo, tra storie di culture, profumi, luoghi e simboli, per conoscere alcune delle piante che si possono trovare anche a due passi dalla propria casa.

Si ricorda che ad aprile l’orario della sezione di Città Alta verrà esteso fino alle 18 (10-12 e 14-18). Il Comune di Bergamo consiglia, come sempre, di raggiungere l’Orto con una bella passeggiata dalla città bassa o con i mezzi pubblici.
Per la riapertura della sezione di Astino, la Valle della Biodiversità, bisognerà, invece, aspettare venerdì 1 aprile.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it