Sorpresa per i piccoli pazienti in pediatria, l'Atalanta regala l'orsetto nerazzurro - BergamoNews
Ponte san pietro

Sorpresa per i piccoli pazienti in pediatria, l’Atalanta regala l’orsetto nerazzurro

In occasione della Pasqua imminente, una rappresentanza dello staff dell’Atalanta ha fatto visita ai piccoli ricoverati nel reparto di pediatria del Policlinico San Pietro e portato in regalo un simpatico e tenero orsetto vestito di tutto punto con la divisa e i colori della squadra bergamasca.

Grande festa questa mattina nel reparto di pediatria del Policlinico San Pietro. In occasione della Pasqua imminente, una rappresentanza dello staff dell’Atalanta ha fatto visita ai piccoli ricoverati e portato in regalo un simpatico e tenero orsetto vestito di tutto punto con la divisa e i colori della squadra bergamasca. Una tradizione che si rinnova ormai da anni accolta con entusiasmo e sorrisi dai piccoli ricoverati che non hanno resistito alla tentazione di aprire subito il sacchetto e giocare con il loro nuovo amico.

Il Policlinico San Pietro e Atalanta sono strettamente legate dal “Progetto neonati Atalantini”, nato ormai sei anni fa e voluto dal presidente dell’Atalanta Antonio Percassi. Un progetto al quale fin dall’inizio il Policlinico San Pietro ha aderito con grande convinzione.

Dal 2009 a ogni nato nella struttura la società orobica regala una maglietta nerazzurra, fedele riproduzione di quella indossata in campionato dalla prima squadra. Al progetto è legato anche un ”Progetto Beneficenza”: Per ogni maglietta regalata l’Atalanta dona infatti 1 euro che va ad arricchire il “Fondo Atalanta” aperto presso la Fondazione Comunità Bergamasca Onlus.
Un grazie di cuore all’Atalanta

Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it