Pienone al raduno dei single nel centro commerciale: "Da rifare al più presto" - BergamoNews
A curno

Pienone al raduno dei single nel centro commerciale: “Da rifare al più presto” fotogallery

Dei circa 1.200 che avevano dato per certa la loro adesione, solo una piccola percentuale di ha effettivamente presenziato al raduno dei single che si è tenuto lunedì 15 febbraio in un centro commerciale di Curno, scelto come punto di ritrovo soprattutto per l’ampio parcheggio a disposizione. Si aggira intorno ai 150 il numero di partecipanti che, secondo una stima fatta dagli stessi organizzatori, hanno preso parte alla curiosa iniziativa.

Tutti si sono ritrovati all’esterno della struttura commerciale alle 19 nel giorno di San Faustino. Il pretesto, in fin dei conti, era quello di creare gruppo oltre che passare una serata in compagnia. Anche se l’amore, per qualcuno, sembra essere davvero sbocciato tra le corsie del supermercato.

Sebbene l’esperimento “social” non si sia concretizzato al meglio nonostante le potenzialità di Facebook (il che non era nemmeno tra le intenzioni degli organizzatori, i quali hanno ribadito la natura giocosa dell’evento), ciò non toglie che questo possa essere un primo step verso qualcosa di più organizzato.

Infatti, Valentina Cavalli, una delle organizzatrici dell’evento, ha fatto sapere che “istituiremo al più presto un’altra serata del genere. Quella del 15 febbraio è andata molto bene. Dei 150 partecipanti, poi, circa 80 hanno fatto gruppo e sono andati tutti insieme a mangiare al vicino ristorante”.

Gli addetti ai lavori, cavalcando l’onda del successo ottenuto dal raduno dei single, sono già in pista per predisporre la prossima serata. Data e location sono ancora da decidere.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it