Quantcast
"Bossetti è di certo figlio di Guerinoni, ecco come l'abbiamo scoperto" - BergamoNews
Il processo

“Bossetti è di certo figlio di Guerinoni, ecco come l’abbiamo scoperto”

In aula il genetista Giorgio Portera, consulente della parte civile della famiglia di Yara Gambirasio

“Ignoto 1 è certamente il figlio di Giuseppe Guerinoni”. Lo ha ribadito in aula mercoledì 3 febbraio il genetista Giorgio Portera, consulente della parte civile della famiglia di Yara Gambirasio, la tredicenne di Brembate Sopra uccisa il 26 novembre 2010.

A processo per quel brutale delitto, come unico imputato, Massimo Giuseppe Bossetti, il carpentiere 45enne di Mapello, al quale gli inquirenti sono arrivati attraverso alcune tracce di dna rinvenute su slip e leggins della giovane vittima.

Ed è proprio il dna al centro dell’udienza, ritenuta molto importante perché verte sulla prova regina del caso.

Nella sua deposizione, Portera ha raccontato come si arrivò a stabilire una “paternità certa” tra Giuseppe Guerinoni, l’autista di Gorno morto nel 1999, e “Ignoto 1”, poi identificato in Bossetti.

Il genetista ha spiegato come “dai dati ricevuti dalla Procura si potesse stabilire una compatibilità del 99,87% tra le tracce di dna di Ignoto 1 e il codice genetico di Guerinoni.

Si procedette con un esperimento di laboratorio, che stabilì che si trattava una compatibilità casuale.

Ci fu allora la riesumazione della salma di Guerinoni e le analisi portarono a una compatibilità del dna pari a 99,99%”.

Dopo quella di Portera, è in programma la deposizione del genetista Marzio Capra, consulente della difesa di Bossetti, che aveva parlato di errori sul dna.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
Claudio Salvagni, difensore di Massimo Bossetti
Il caso
Caso Yara, l’avvocato di Bossetti: “Ho ricevuto minacce di morte”
bossetti
Caso yara
Processo Bossetti, “tarocco il filmato del furgone”: e il comandante dei Ris querela
Arresto Bossetti
Caso yara
Decimo “no” per la scarcerazione di Massimo Bossetti: niente braccialetto elettronico
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI