La scritta “Family day” sul Pirellone, sul social la protesta ironica - BergamoNews
Unioni civili

La scritta “Family day” sul Pirellone, sul social la protesta ironica fotogallery

Politici, cantanti e migliaia di persone hanno criticato l'iniziativa di parte di un'istituzione come Regione Lombardia.

“Family day”. Una scritta gigante formata con le luci degli uffici accese ad hoc per sponsorizzare la manifestazione del 30 gennaio. Lo ha stabilito la Giunta regionale guidata da Roberto Maroni e venerdì ci sono state le prime prove, che hanno scatenato molte polemiche. Politici, cantanti e migliaia di persone hanno criticato l’iniziativa di parte di un’istituzione come Regione Lombardia.

“Maroni pensa che il Pirellone sia roba sua. Si sbaglia di grosso. E’ di tutti i lombardi e non si può usare a fini di parte. #serietà”, scrive su Twitter il vicesegretario del Pd Lorenzo Guerini commentando l’iniziativa del presidente della Regione Lombardia.

E la protesta si diffonde sui social. A partire dal cantante Mika. Che scrive su twitter e instagram: “Dovunque c’è amore, c’è una famiglia”. Poi la protesta si esprime con l’hastag #scrivisulpirellone. Tanti sono stati i fotomontaggi comparsi su Twitter e Instagram, nei quali compaiono scritte ben diverse da ‘Family day’.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it