Quantcast
Quel furgone è di Bossetti? Scontro in aula - BergamoNews
Cronaca

Quel furgone è di Bossetti? Scontro in aula

Il furgone ripreso dalle telecamere di Brembate Sopra la sera del dellitto di Yara Gambirasio è quello di Massimo Bossetti?

È questo il quesito al centro dell’udienza di oggi per il processo a carico del muratore di Mapello, imputato per il brutale omicidio della tredicenne.

Il primo a deporre di fronte alla Corte d’Assise presieduta dal giudice Antonella Bertoja è l’appuntato dei carabinieri Andrea Pinton. È stato lui ad analizzare le immagini delle telecamere di sorveglianza brembatesi e a scovare l’Iveco che secondo il pubblico ministero Letizia Ruggeri è quello di Bossetti.

Un’intricata ricerca basata su comparazioni, che il militare ha ricostruito in aula.

Sono stati ben 14.735 veicoli analizzati, acquistati nel Nord Italia.

Evidenziando caratteristiche specifiche, come il cassone modificato o la botta su un lato, gli inquirenti sono arrivati al risultato.

Claudio Salvagni, uno dei legali di Bossetti, ha però criticato il lavoro svolto dagli inquirenti, sia sul metodo usato che sul numero dei mezzi analizzati.

Accuse che hanno provocato nuove scintille in aula, dopo quelle dell’ultima udienza relative ai dati grezzi sul dna.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI