Da Bergamo a Roma per Papa Francesco: l'impresa di Ale Vanotti - BergamoNews
L'iniziativa

Da Bergamo a Roma per Papa Francesco: l’impresa di Ale Vanotti

Il ciclista professionista bergamasco ha sposato l'idea di don Andrea Pedretti, parroco della Roncola, e ha pedalato per 680 chilometri con dieci amici per incontrare il Pontefice mercoledì 21 ottobre. Il tutto in nome dell'Associazione Onlus EOS che aiuta le famiglie dei piccoli costretti a lunghi e frequenti ricoveri in ospedale.

Una pedalata lunga 680 chilometri per incontrare Papa Francesco in nome dell’Associazion Onlus EOS. Grande protagonista dell’iniziativa ideata da don Andrea Pedretti (parroco della Roncola) è stato il ciclista professionista bergamasco Alessandro Vanotti, partito dalla Rocca di Soncini sabato 17 ottobre e arrivato martedì 20 ottobre nella Capitale insieme al gruppo di dieci amici che hanno voluto condividere con lui l’impresa.

Vanotti mercoledì mattina ha così incontrato il Pontefice, portandogli una targa e una maglia a ricordo dell’iniziativa e portandogli i saluti di don Andrea e di tutta l’Associazione EOS, la onlus bergamasca che nasce con l’obbiettivo di aiutare le famiglie dei bambini costretti a lunghi e/o frequenti ricoveri ospedalieri che sta lavorando alla costruzione di una casa di accoglienza per i genitori.

Durante il viaggio Alessandro Vanotti e i dieci amici che hanno pedalato con lui si sono fermati ad incontrare alcune strutture caratterizzate da una realtà di "fatica" esistenziale.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it