Si dimette mezzo Consiglio comunale, Costa Valle Imagna commissariato - BergamoNews
Politica

Si dimette mezzo Consiglio comunale, Costa Valle Imagna commissariato

Dopo le dimissioni di sei consiglieri comunali la prefettura ha decretato lo scioglimento del Consiglio di Costa Valle Imagna. Fino alle prossime elezioni sarà la dottoressa Rita Di Donna, dirigente della prefettura, a gestire l'amministrazione.

Dopo le dimissioni di sei consiglieri comunali la prefettura ha decretato lo scioglimento del Consiglio di Costa Valle Imagna. Fino alle prossime elezioni sarà la dottoressa Rita Di Donna, dirigente della prefettura, a gestire l’amministrazione. “In considerazione, peraltro, dell’impossibilità – determinatasi a seguito della descritta situazione – di assicurare il normale funzionamento degli organi di governo del comune – si legge nel comunicato della prefettura – e degli effetti che ne deriverebbero sulla regolare prosecuzione dell’attività degli uffici comunali, il Prefetto di Bergamo, Francesca Ferrandino, ritenuto che sussistano motivi di grave ed urgente necessità, con provvedimento adottato ieri, nelle more del decreto presidenziale di scioglimento, ha disposto la sospensione del consiglio comunale di Costa Valle Imagna e la nomina di un commissario per la provvisoria amministrazione dell’ente, nella persona della dott.ssa Rita Di Donna, dirigente del Servizio contabilità e gestione finanziaria di questa Prefettura Il commissario provvederà all’amministrazione del Comune di Costa Valle Imagna fino alle prossime elezioni amministrative”.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it