Brescia, morto l'operaio scomparso insieme al titolare dell'azienda - BergamoNews
Il giallo

Brescia, morto l’operaio scomparso insieme al titolare dell’azienda

Il cadavere di Giuseppe Ghirardini è stato trovato lungo le rive di un torrente nella zona di Ponte di Legno: era scomparso insieme al titolare dell'azienda per cui lavorava del quale non si hanno ancora notizie.

Inizia a prendere contorni tragici la scomparsa dell’imprenditore bresciano Mario Bozzoli, di cui non si hanno notizie dalla sera di giovedì 8 ottobre: con lui era sparito nel nulla anche Giuseppe Ghirardini, un dipendente della sua azienda, di cui domenica è stato ritrovato il corpo senza vita lungo le rive di un torrente nella zona di Ponte di Legno. Qui il cinquantenne aveva lasciato l’auto, una Suzuki Vitara, e il suo cellulare aveva agganciato la cella telefonica di Passo Crocedomini, un’ottantina di chilometri più lontano.

Ancora nessuna notizia, invece, di Bozzoli, titolare dell’omonima azienda metalmeccanica di Marcheno: l’uomo ha contattato per l’ultima volta la moglia nella serata di giovedì 8, con un messaggio in cui annunciava di essere in ritardo.

Nella fonderia sono state ritrovate le chiavi della sua auto, in un armadietto insieme ai vestiti: gli inquirenti hanno visionato le immagini delle telecamere di videosorveglianza interne alla ditta ma non ne hanno ricavato nulla di utile.

Al momento rimangono aperte ancora tutte le ipotesi ma la morte di Giuseppe Ghirardini infittisce ulteriormente il mistero.

Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it