• Abbonati
Mobilità

Arriva il bike sharing all’ospedale Papa Giovanni Spazio anche per le moto

Dopo San Fermo e Bianzana si allarga ancora la rete della BiGi, il bike sharing della città di Bergamo. L'amministrazione comunale ha dato il via libera all'apertura di una nuova stazione all'ospedale Papa Giovanni XXIII.

Dopo San Fermo e Bianzana si allarga ancora la rete della BiGi, il bike sharing della città di Bergamo. L’amministrazione comunale ha dato il via libera all’apertura di una nuova stazione all’ospedale Papa Giovanni XXIII. Il progetto è stato studiato negli ultimi mesi e prevede il posizionamento di una nuova rastrelliera tecnologica per accogliere le biciclette rosse targate BiGi. Fino ad oggi il servizio garantiva il collegamento fino al parcheggio dell’Auchan grazie alla stazione aperta con il contributo del centro commerciale lo scorso febbraio. Anche per attivare quella dell’ospedale Palafrizzoni e Atb non saranno chiamati a sborsare nemmeno un euro: l’investimento infatti è a carico dell’azienda ospedaliera che ha deciso di puntare sulla BiGi per promuovere buone pratiche di mobilità sostenibile.

Il Papa Giovanni, oltre alle biciclette, colmerà anche la lacuna relativa al parcheggio delle moto. Nonostante sia uno dei mezzi più utilizzati dai dipendenti, finora non era stato trovato uno spazio adeguato e delimitato. La conseguenza è sotto gli occhi di tutti: moto lasciate dove capita a pochi metri dall’ingresso. Dopo aver parzialmente risolto il problema parcheggi con il via libera alla costruzione di un nuovo posteggio dedicato ai dipendenti, anche i motociclisti possono tirare un sospiro di sollievo.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
Più informazioni
leggi anche
Bike sharing
Mobilità
Inaugurata la nuova stazione del bike sharing BiGi all’Auchan
BiGi
Mobilità
Il bike sharing si rinnova Servizio h24, tariffe speciali e due nuove ciclostazioni
Generico
Bergamo
Mobilità sempre più sostenibile Nuove stazioni BiGi a Bianzana e San Fermo
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI