• Abbonati
A palazzago

Fotografa danni delle moto dopo la gara di enduro Ambientalista aggredito

Domenica 6 settembre, al termine del "Memorial Zanchi" tenutosi a Palazzago, l'ambientalista Sergio Del Bello è stato aggredto e derubato mentre fotografava i danni lasciati dalle moto al termine delle gare.

E’ tensione sempre più alta tra gli appassionati di enduro e gli ambientalisti. Dopo le polemiche dell’aprile scorso lanciate dagli amanti delle due ruote, che avevano denunciato i cavi-trappola piazzati tra i sentieri di Dossena, questa volta tocca ai difensori del verde alzare la voce. Domenica 6 settembre, al termine del "Memorial Zanchi" tenutosi a Palazzago, l’ambientalista Sergio Del Bello è stato aggredto e derubato mentre fotografava i danni lasciati dalle moto al termine delle gare.

Secondo il racconto dello stesso protagonista del fattaccio, Del Bello si sarebbe intrattenuto sui sentieri di Palazzago anche dopo il termine della manifestazione. Il suo intento era quello di scattare foto e fare filmati per testimoniare la deturpazione del verde. Durante il suo lavoro, però, l’ambientalista è stato avvicinato da due persone, una delle quali con il volto coperto da un casco che si è avvicinato con modi minacciosi. Del Bello avrebbe provato a difendersi ma la persona col volto coperto l’avrebe aggredito prima di rubargli la Go-pro Hero4 e la scheda di memoria della macchina fotografica.

Gli organizzatori della manifestazione della Scuderia Fulvio Norelli si sono subito dichiarati estranei ai fatti: "Domenica 6 settembre, al termine della gara organizzata dal nostro Team, si è verificato un increscioso episodio di cui l’organizzazione ed i volontari che hanno prestato assistenza alla competizione sportiva si dichiarano assolutamente estranei e biasimano l’accaduto di cui sarebbe rimasto vittima il Signor Sergio Del Bello che si apprestava ad effettuare fotografie al percorso".

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
leggi anche
Generico
Ex sindaco di ardesio
Campionati di enduro, Giorgio Fornoni: “Uno scempio, rispettiamo la natura”
Generico
La lettera
Campionati enduro, Cai furioso “Danni gravissimi ai sentieri”
Pierluigi Zanchi
Il lutto
Addio a Pierluigi Zanchi il direttore sportivo più vincente nell’enduro
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI