Quantcast
Giubileo, papa Francesco: ai preti facoltà d'assolvere le donne che hanno abortito - BergamoNews
L'apertura

Giubileo, papa Francesco: ai preti facoltà d’assolvere le donne che hanno abortito

Papa Francesco ha deciso, nonostante qualsiasi cosa in contrario, di concedere a tutti i sacerdoti per l'Anno Giubilare la facoltà di assolvere dal peccato di aborto quanti lo hanno procurato e pentiti di cuore ne chiedono il perdono

Un’apertura che non mancherà di fare discutere in vista del Giubileo della Misericordia. 

Papa Francesco ha deciso, nonostante qualsiasi cosa in contrario, di concedere a tutti i sacerdoti per l’Anno Giubilare la facoltà di assolvere dal peccato di aborto quanti lo hanno procurato e pentiti di cuore ne chiedono il perdono: lo scrive in una lettera a monsignor Rino Fisichella.

E sempre per il Giubileo il pontefice rivolge un  messaggio agli Stati: "Il Giubileo ha sempre costituito l’opportunità di una grande amnistia, destinata a coinvolgere tante persone che, pur meritevoli di pena, hanno tuttavia preso coscienza dell’ingiustizia compiuta e desiderano sinceramente inserirsi di nuovo nella società portando il loro contributo onesto".

E assicura a tutti i carcerati la possibilità di ottenere l’indulgenza plenaria nelle loro celle.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
Generico
Il caso
Il Papa: respingere i migranti, atto di guerra Salvini: no, è un dovere
Generico
La lettera
Feltri contro Papa Francesco: “Noi razzisti? Metta i migranti negli immobili della curia”
Padiglione della Santa Sede ad Expo
Il gesto
La Santa Sede all’Expo raccoglie 68 mila euro Il Papa li dona ai profughi
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI