Quantcast
Docente precario bergamasco scrive a Matteo Renzi: Buona scuola, che amarezza - BergamoNews
La lettera

Docente precario bergamasco scrive a Matteo Renzi: Buona scuola, che amarezza

Massimo Pezzali, insegnante ai primi posti nelle graduatorie ad esaurimento della provincia di Bergamo, scrive al presidente del Consiglio, esprimendo amarezza e rammarico per quanto contenuto nella riforma della “Buona Scuola”.

Non c’è pace per la riforma della Buona scuola varata dal governo Renzi: dalle speranze degli insegnanti e del personale non docente alle proteste, anche accese come quelle in piazza a Roma davanti a Montecitorio.

Massimo Pezzali, docente precario bergamasco, ha voluto esprimere tutta la sua delusione al presidente del Consiglio con una lettera inviata al sito orizzontescuola.it:

“Gentilissimo Presidente del Consiglio, sono un docente precario di 55 anni, presente ai primi posti nelle graduatorie ad esaurimento di Bergamo ed ho tanto sperato nel piano straordinario di assunzioni previsto dalla nuova legge sulla ‘Buona scuola’.

Oggi, dopo aver esaminato la legge stessa ed il conseguente D.D.G., Le devo esprimere il mio rammarico e la mia amarezza per quanto previsto in tali documenti. In particolare il piano straordinario di assunzioni prevede che ogni docente presenti una domanda su base nazionale, in conseguenza della quale potrà essere destinato in una qualunque delle 200 province d’Italia (!!).

Io ho deciso che non presenterò tale domanda (e come me molti altri colleghi) perchè, alla non più giovane età di 55 anni e con situazioni familiari che richiedono la mia presenza a casa la sera, non sono nelle condizioni di essere assegnato ad altra provincia diversa dalla mia.

Continuerò a rimanere, come prevedono le norme, precario nelle graduatorie ad esaurimento della mia provincia, ancora con eventuali incarichi annuali e nella speranza che tali graduatorie si esauriscano davvero.

Tutto questo dopo trent’anni di insegnamento, un lavoro che amo tantissimo……

Cordialmente”.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
Generico
L'intervento
“Nel nostro pessimo Paese la buona scuola è la solita clamorosa panzana”
"Buona Scuola" in vigore dal 16 luglio
La polemica
Con la “Buona Scuola” 800 cattedre in più a Bergamo La Cisl: “Sono poche”
Scuole paritarie
Il commento
Ici per le scuole cattoliche, l’ex assessore Grossi: “E’ giusto non agevolarle”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI