Quantcast
Bergamo, rondò autostrada "Ogni giorno rischio la vita, il Comune non interviene?" - BergamoNews
La lettera

Bergamo, rondò autostrada “Ogni giorno rischio la vita, il Comune non interviene?”

Riceviamo e pubblichiamo la lamentela di un nostro lettore, che abita nella Bassa e lavora in città, contro la pericolosità della rotonda dell'autostrada di Bergamo che percorre tutti i giorni

Riceviamo e pubblichiamo la lamentela di un nostro lettore, che abita nella Bassa e lavora in città, rivolta alla pericolosa rotonda dell’autostrada di Bergamo. 

"Gentile redazione, 

vi scrivo per segnalare una situazione problemati che credo sia comune a molti autombilisti bergamaschi come lo sono io.

Sono un abitante della Bassa che per lavoro si reca ogni giorno a Bergamo. Alla mattina, sono costretto a fare i conti con le code lungo l’Asse interurbano. Quando arrivo all’uscita dell’autostrada intorno alle otto è un delirio, con una coda che a volte arriva anche a essere lunga un chilometro. Ma questo, posso capire benissimo che è un problema "normale", dovuto al notevole traffico e ai numerosi pendolari che come me a quell’ora si dirigono in città. 

Quello che non capisco è invece la roulette russa al quale mio malgrado sono costretto a partecipare ogni sera quando torno a casa. Sto parlando della famosa rotonda dell’autostrada che dall’ominma via porta sull’Asse attraverso il quale poi raggiungo la Bassa.

Quando arrivo allo stop da dove a destra arrivano tutte le auto e i tir che escono dall’autostrada A4, prima di attraversare, dopo diversi minuti di attesa e spesso con qualche maleducato che dietro di me continua a suonare il clacson o che mi affianca per superarmi (come se potessero volare e uscire prime di me), devo farmi il segno della croce.

Sì, perchè in quel tratto la visibilità dei mezzi, camion compresi, che arrivano dalla A4 è limitata e considerando la forte velocità che hanno, ogni volta perdo cinque anni di vita per il timore di farmi travolgere da un veicolo.

Inoltre capita spesso che si verifichino incidenti in quel tratto, anche perchè è regolato da una segnalitica – sia a livello di cartelli che di strisce – abbastanza carente. 

Capisco che la mia lamentela non sia una novità e che la questione si protragga ormai da anni, ma appunto per questo mi chiedo e vi chiedo: è possibile che nel 2015, dopo decenni dalla sua realizzazione, siamo ancora a questo punto?

Perchè il Comune di Bergamo non interviene una volta per tutte?

Dobbiamo forse, come succede spesso in Italia, aspettare che succeda qualcosa di grave prima di risolvere il problema?"

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
Incidente a Seriate
Strade
Camion si ribalta alla rotatoria di Seriate: traffico in tilt
Gori e Nevola
Traffico
Nodo di Pontesecco, la soluzione di Gori: nuovi semafori e rotatoria
La rotonda alla Carvico
L'azienda
Carvico e Jersey Lomellina per il sociale: rotatoria marciapiedi e ciclabile
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI