Quantcast
Con la BMW R 1200 RS eleganza e sicurezza sulle Mura di Bergamo - BergamoNews
Motori

Con la BMW R 1200 RS eleganza e sicurezza sulle Mura di Bergamo fotogallery

Michele Bertani, tester due ruote di JUST, ha provato su strada per Bergamonews la nuova Bmw R1200RS, bicilindrica potente, divertente ma sempre molto sfruttabile. Ecco come è andata.

Michele Bertani, tester due ruote di JUST, ha provato su strada per Bergamonews la nuova Bmw R1200RS, bicilindrica potente, divertente ma sempre molto sfruttabile. Ecco come è andata.

 

Perego Motorrad – BMW R 1200 RS, come prima… più di prima. Prima di girare la chiave e partire per provarla, mi soffermo a dare "un’occhiata" a questa nuova generazione di moto della casa bavarese, ma è cambiato tutto. Osservandola con più attenzione comincio a notare le novità più evidenti… Partiamo dall’avantreno: è sparito il famoso tele-lever – uno dei tratti caratteristici degli ultimi 20 anni delle BMW di questo segmento – sostituito da una forcella tradizionale a controllo elettronico al fine di diminuire il peso; il motore, pur mantenendo il classico schema boxer, è ora decisamente più piccolo e raffreddato a liquido, mentre la trasmissione cardanica non è più sul lato destro ma su quello sinistro.

A questo punto la curiosità di verificare se tutte queste novità ne abbiano modificato anche il DNA è grande, quindi salgo, giro la chiave e via.

Il motore "gira" come un orologio svizzero, pochissime vibrazioni che rendono la marcia ancora più confortevole di prima, ed è sparita, senz’altro anche grazie all’ausilio dell’elettronica, quella caratteristica "ruvidità" a bassi regimi. Il cambio elettronico, poi, è fantastico, e funziona anche in scalata senza usare la frizione, oltre a essere preciso e "leggero" da manovrare.

I primi 2 km mi confortano, le innumerevoli novità non hanno cambiato una virgola di quella sensazione unica che caratterizza le “moto dell’elica”; facilità e sicurezza che trasmesse da questa nuova R1200RS sono tali da darmi la sensazione di averla sempre guidata. In curva è facile, veloce, maneggevole, rapida e precisa e, dopo pochi chilometri, si prende subito confidenza arrivando quasi al limite delle Metzeler di primo equipaggiamento.

Il generoso comparto elettronico pro-sicurezza prevede, oltre ovviamente all’ABS, la possibilità di scelta tra alcune "mappature" che agiscono su erogazione, assetto e controllo di trazione: selezionando RAIN la risposta dell’acceleratore è molto "dolce" ed è massimo il controllo di trazione; nella posizione ROAD la risposta dell’acceleratore è più rapida, il controllo di trazione diventa meno invasivo e addirittura la forcella a controllo elettronico "simula" in modo meraviglioso l effetto tele-lever riducendo l’affondamento in frenata; infine la modalità SPORT nella quale il "gas" è più diretto, diminuisce il controllo di trazione e l’assetto diventa sportivo, più "rigido ", con la forcella che ritorna tradizionale affondando in frenata.

In sintesi? Estetica filante ed elegante, posto guida molto comodo con comandi intuitivi e di facile utilizzo, buona protezione aerodinamica e un’elettronica che allarga molto lo spettro di utilizzo garantendo anche grande sicurezza; il motore è generoso e più parco nei consumi. Unica nota dolente da me riscontrata, in marcia, è la non immediata leggibilità del contagiri a cristalli liquidi nella parte superiore della strumentazione che, per il resto, è molto ben fatta e completa.

Questa BMW R1200 RS mi è piaciuta molto – tralasciando il fattore estetico che resta sempre troppo soggettivo – perché ha possibilità di utilizzo molto ampie… Si possono agganciare le borse laterali e farsi migliaia di chilometri, la si può utilizzare quotidianamente anche per piccoli spostamenti in città, oppure fare qualche bel valico di montagna a passo un po’ più sostenuto, il tutto senza mai avere la sensazione di dover accettare questo o quel compromesso. Attenzione sempre, e oltre ai fari, accendere sempre anche la testa…dentro al casco!

Michele Bertani

(Foto di Marco Pesenti – Atomika Production)

Più informazioni
leggi anche
Giacomo Agostini, campionissimo bergamasco
Motori
Il campionissimo Agostini “Ecco la tre cilindri che conquistò il mondo”
La splendida Ferrari 365 GTC sulle Mura venete
Regine di ieri
Sulle mura di Città Alta con uno dei 168 esemplari della Ferrari 365 GTC
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it