Quantcast
Scontro auto-moto a Treviglio alle 6.40: muore 45enne di Fara - BergamoNews
Lunedì

Scontro auto-moto a Treviglio alle 6.40: muore 45enne di Fara

Lungo la provinciale 118 a Treviglio, lunedì mattina intorno alle 6.30 è avvenuto uno scontro tra un'auto e una moto. Massimiliano Comparetti, 45 anni, è morto nell'impatto, l'altra persona ferita è stata trasportata all'ospedale di Treviglio

Schianto mortale lunedì mattina lungo la provinciale 128 (via Brignano) a Treviglio: l’incidente, attorno alle 6.30, ha coinvolto un’auto e una moto.

Ad avere la peggio Massimiliano Comparetti di 45 anni, il centauro, originario di Fara Gera d’Adda, che è morto: a constatarne il decesso i sanitari del 118 giunti sul posto con un’ambulanza e un’automedica per i soccorsi. 

Nell’impatto è rimasta ferita un’altra persona, un ventenne di Arzago trasportato per accertamenti all’ospedale di Treviglio dove è arrivato attorno alle 7.30 senza ferite gravi. 

Sul posto anche i carabinieri di Treviglio che, dopo aver effettuato i rilievi del caso chiudendo anche il tratto di strada per un paio d’ore, stanno provando a ricostruire la dinamica dell’incidente: dalle prime ricostruzioni sembra che la vittima, che viaggiava su uno scooterone, stesse percorrendo la provinciale in direzione Brignano quando si è scontrato con la Fiat Punto del ventenne che si stava immettendo da una strada laterale. 

 

leggi anche
Generico
L'incidente
Si fermano per cambiare una gomma e vengono investiti: 2 morti in A4
Tragico incidente sull'A4: due morti
Tragico destino
Aveva perso il treno e chiesto un passaggio la vittima di Suisio sull’A4
Generico
La tragedia
Si tuffa nel fiume per il caldo: 17enne muore dopo 2 giorni all’ospedale di Bergamo
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it