Quantcast
Gori, assessori e una chitarra La domenica in montagna del centrosinistra cittadino - BergamoNews
A pusdosso

Gori, assessori e una chitarra La domenica in montagna del centrosinistra cittadino

Il centrosinistra cittadino in gita a Pusdosso in alta Valle Brembana. Poca politica, tanta musica, in attesa di tornare in Consiglio comunale.

La piazza di Pusdosso si scalda al sole, il sole fa brillare il sudore sulla fronte dei tanti che hanno affrontato la scarpinata. Oddio, chiamarla piazza è ardito. Qualche metro di terra strappato alla montagna. Perché a Pusdosso, piccola contrada arrampicata sui prati, tutto è in salita. Anche la chiesa, restaurata da poco grazie alla fatica delle persone che lì fanno riposare il cuore all’aria frizzante.

Tra i fortunati c’è anche Simone Paganoni, consigliere del Patto civico a Palafrizzoni. Uno che di fronte a un rifiuto è capace di aprire una crisi di maggioranza. Infatti tutti si sono affrettati a rispondere al suo invito: sindaco, assessori, consiglieri, giornalisti. Gita a Pusdosso, domenica 12 luglio, con istruzioni da far invidia al ragionier Filini. Parcheggio a Isola di Fondra, alta Valle Brembana. Partenza alle 9.15. Salita a piedi. D’altronde, la strada non c’è. Ed è anche questo il bello.

Giorgio Gori ha gli occhi da daino e le gambe da stambecco. Arriva tra i primi e non perde nemmeno una goccia di sudore. Sfoggia la maglietta dell’uomo tigre, conosce a memoria le canzoni di Guccini e con le carte in mano, a briscola, non ce n’è per nessuno. Tornando a valle, tra le lingue penzolanti dalla fatica, si narra che abbia affrontato la salita senza nemmeno toccare terra.

Di politica, il sindaco, parla poco. Ci pensa Luciano Ongaro, consigliere di Sel, a intrattenere gli aficionados. Tsipras, la Grecia, la Germania e le scissioni del Pd sono l’argomento più caldo (ecco perché Gori, a ragione, rimane a distanza di sicurezza). Il confronto sotto il gazebo però dura poco. Nel prato si sentono le prime note di chitarra.

Se non fosse sindaco di Arzago e segretario provinciale del Pd, Gabriele Riva potrebbe tentare la fortuna come musicista. Non è un virtuoso, ma ha una bella voce e quell’innata capacità di scovare la canzone adatta al momento. Non a caso pesca nell’album infinito dei classiconi di sinistra: Guccini, De Gregori, Dalla. Cantano tutti. I fratelli Valesini quasi all’unisono. Spalle larghe e braccia possenti. Lì sulla panca, con alle spalle la montagna, parrebbero due boscaioli del posto. Invece Francesco è assessore alla Riqualificazione urbana, Andrea è caporedattore de L’Eco (giornalista inflitrato e come tale obbligato a seguire con pazienza il karaoke). Tra i due c’è Robi Amaddeo, consigliere della Lista Gori. Cultore del cibo di qualità, guarda con occhi lucidi la forma gigante di Formai de Mut. Sul fuoco sfrigolano i cotechini e fuma la polenta.

Il segretario cittadino del Pd Federico Pedersoli arriva appena in tempo. Ha le braccia al cielo anche se non è arrivato “uno”. Ultimo, stremato. E’ partito dal parcheggio con una borsa da spiaggia e un plaid recuperato sulle Ande. Circola la voce che sia rimasto a discutere del governo Renzi con un faggio, senza convincerlo. Per fortuna quattro angeli lo portano in salvo: Gori, Riva, Alessandro Redondi (presidente Atb) e Dino Pusceddu (sindacalista Cgil). Merito anche delle consigliere Denise Nespoli, Emilia Magni, Romina Russo, Viviana Milesi, della presidentessa del Consiglio Marzia Marchesi e dell’assessore Leyla Ciagà che hanno sollecitato il "recupero".

Il sole si fa insistente. C’è tempo per smaltire il pranzo con una cantata per poi tornare in città. Lunedì c’è Consiglio comunale. La maggioranza, l’opposizione, i voti favorevoli, quelli contrari. L’ordine del giorno non è più lo svago, ma il dibattito tra consiglieri che, da una parte e dall’altra, vorrebbero una Bergamo migliore. Tra patti di stabilità e tagli, anche tra le quattro mura di Palafrizzoni tutto è in salita. Perfino più faticosa di quella di Pusdosso. Una volta in cima però, che panorama.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
Scoperta recentemente un'area di massi con incisioni antiche sul Monte Aga.
A spasso tra i reperti
A Carona caccia al cervo: sono incisioni protostoriche
A Pusdosso oggi la gita fuoriporta con Marco Cimmino
Fuoriporta
Passeggiata a Pusdosso per rivivere con nostalgia la magia del tempo che fu
La Baita dei saperi e dei sapori brembani
Promoredazionale
Latteria di Branzi La Baita dei saperi e dei sapori brembani
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI