Bocconi avvelenati in Val Vertova, l'allarme del canile di Colzate - BergamoNews
Valseriana

Bocconi avvelenati in Val Vertova, l’allarme del canile di Colzate

Il canile di Colzate ha lanciato un allarme: in Val Vertova sarebbero stati individuati dei bocconi avvelenati. Proprio per questo il canile avverte di fare molta attenzione per i nostri amici a quattro zampe.

Il canile di Colzate ha lanciato un allarme: in Val Vertova sarebbero stati individuati dei bocconi avvelenati. Proprio per questo il canile avverte di fare molta attenzione per i nostri amici a quattro zampe.

Inoltre aggiungiamo alcuni consigli se sospettate che l’animale abbia ingerito un boccone avvelenato, contattate immediatamente il veterinario più vicino (o la guardia medica veterinaria) in modo da allertare preventivamente il medico dell’arrivo dell’animale. In caso di estrema necessità, e sempre sotto consiglio del medico, può essere utile far vomitare l’animale somministrando acqua calda molto salata, oppure della chiara di uovo montata a neve. Cercate sempre di mantenere calmo l’animale e non somministrate mai latte.

In questi casi è sempre utile rivolgersi anche al Centro Veleni più vicino.

leggi anche
  • Il caso
    Bocconi avvelenati ai cani, è giallo L’allarme del sindaco di Torre Boldone
    Generico
  • L'allarme
    Bocconi avvelenati Cani in pericolo a Zogno Già sei casi a ottobre
    Cani avvelenati a Zogno: un esempio di bocconi letali
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it