Chiudono per 7 giorni fino al referendum banche e Borsa in Grecia - BergamoNews
Europa

Chiudono per 7 giorni fino al referendum banche e Borsa in Grecia

Inizia così la settimana che porta a luglio in Grecia: con il governo che in una riunione urgente ha caldeggiato lo stop all'attività delle banche (gli stranieri potranno prelevare fino a 60 euro) fino al 6 luglio compreso, il giorno dopo il referendum.

Banche e Borsa chiuse per una settimana, fin dopo il referendum sulla permanenza in Europa. 

Inizia così la settimana che porta a luglio in Grecia: con il governo che in una riunione urgente ha caldeggiato lo stop all’attività delle banche (gli stranieri potranno prelevare fino a 60 euro) fino al 6 luglio compreso, il giorno dopo il referendum.

"E’ quanto ha raccomandato la Banca di Grecia" ha detto il premier Alexis Tsipras, spiegando poi di essere ancora in attesa di una risposta dai creditori alla richiesta di proroga del piano di aiuti fino al referendum.

Intanto il leader dell’opposizione, Antonis Samaras, chiede a Tsipras un passo indietro revocando il referendum e formando un governo di unità nazionale.

Mentre la Banca centrale europea si è limitata a prendere atto del referendum annunciato da Tsipras e della decisione dell’Eurogruppo di negare una proroga degli aiuti ad Atene, aggiungendo che lavorerà per assicurare la stabilità finanziaria dei paesi dell’Eurozona e che in caso di ricadute negative per il resto dell’area euro è pronta a far ricorso a "tutti gli strumenti a sua disposizione".

 

leggi anche
  • Crisi
    Grecia a un passo dal default, ritirati 700 milioni dai bancomat
    Generico
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it