• Abbonati
In contropiede

Nel futuro dell’Atalanta spazio a Grassi e Baselli Ma il resto è da rifondare

Il nostro Bore analizza la situazione in casa nerazzurra dopo il pari di Verona col Chievo e pensa alla prossima stagione, partendo da alcuni giovani e costruendo una nuova rosa

Difficile commentare una partita come quella di ieri a Verona. Entrambe le squadre non avevano più nulla da chiedere al campionato e così ne è nato un match che, pur essendo stato vero, è stato giocato a ritmi decisamente blandi.

Fondamentalmente una partita abbastanza bruttina. Mister Reja ha giustamente deciso di schierare alcuni giocatori che avevano avuto poco spazio durante le altre gare, in particolare a centrocampo dove accanto al Ciga hanno giocato sia Baselli che Grassi. Davanti, insieme a Maxi e Gomez è stato inserito Boakye.

La squadra nerazzurra durante i primi 45 minuti ha creato alcune palle gol, in particolare una con il Papu che ha centrato la traversa su un gran tiro alla mezz’ora. La squadra clivense invece nella prima parte della gara si è vista pochissimo.

In generale, comunque, molta imprecisione nei passaggi e nelle manovre da entrambe le parti. Nei secondi 45 minuti Reja sostituisce un inesistente Boakye con Rosseti.

Pronti via e dopo 4 minuti la Dea passa in vantaggio: Gomez ruba palla a Zukanovic e si presenta davanti a Bizzarri fulminandolo con un rasoterra sul primo palo.

La squadra nerazzurra non fatica molto a tenere il vantaggio, gioca in scioltezza (sinceramente anche troppa) e pur senza creare ulteriori grattacapi alla difesa gialloblu tiene quasi sempre lontani gli attaccanti di Maran dalla propria area.

Quando ormai la vittoria sembrava a portata di mano il solito Pellissier, lasciato inspiegabilmente e colpevolmente solo, riesce a due minuti dal termine a riequilibrare la gara con uno strano colpo di testa che beffa sia Cigarini che Sportiello.

Volendo essere onesti, il risultato di parità è certamente più giusto, anche perché l’Atalanta dopo il vantaggio non ha cercato di legittimarlo giostrando con manovre di puro alleggerimento.

Gomez è stato sostituito da Emanuelson (che dovrebbe avere un pallone tutto per lui) e Masiello da Stendardo (per un apparente malore).

I migliori in campo per la squadra nerazzurra sono stati certamente Cigarini e Gomez (sempre decisivo). Molto buono l’esordio di Grassi, giocatore che a mio avviso ha delle grandissime qualità e che avrebbe diritto di trovare maggiore spazio (ne sentiremo parlare in futuro). Bene anche Baselli. I due attaccanti invece non si sono praticamente visti, né Boakye nel primo tempo, men che meno Rosseti che non ha praticamente mai toccato la palla.

Domenica ultima partita del campionato in notturna contro il Milan, sperando di chiudere con una vittoria, in attesa di vedere come la dirigenza atalantina intenderà muoversi sul mercato per la prossima stagione.

Qualche nome comincia già a circolare ma da qui a fine agosto è molto lunga: certamente ci sarà molto da fare.

Il Bore

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
Più informazioni
leggi anche
Generico
Finisce 1-1
Pellissier risponde a Gomez L’Atalanta dei rincalzi prende un punto a Verona
Generico
Le pagelle
Gomez imprendibile Grassi promosso Boakye bocciato
Generico
Dagli spogiatoi
Reja: “Buona gara Baselli resta? Non so, parlerò con Percassi”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI