Cusio e Santa Brigida piangono Gabriele e Cristian “Ci mancherete amici” - BergamoNews
Il ricordo

Cusio e Santa Brigida piangono Gabriele e Cristian “Ci mancherete amici”

Su Facebook si susseguono i messaggi di cordoglio per i due giovani della Val Brembana che hanno perso la vita nella notte tra venerdì 1 e sabato 2 maggio: “Ancora non ci credo, riposate in pace e curateci da lassù”.

La morte di due ragazzi di 21 anni leva le parole, oltre che il respiro: uno schianto fatale nella notte tra venerdì 1 e sabato 2 maggio ha tolto la vita a Gabriele Rovelli di Cusio e Cristian Rossi di Santa Brigida, entrambi classe ’93, gettando nello sconforto e lasciando nell’incredulità parenti e amici.

Viaggiavano su un Mitsubishi Pajero nero, un fuoristrada da 3.200 di cilindrata, sulla statale 470 della Val Brembana in direzione San Giovanni Bianco quando, per cause ancora da accertare, poco prima della galleria di Camerata Cornello l’auto è finita contro il guard rail, distruggendolo, e continuando la propria corsa ancora per un metro scarso, finendo contro un muretto in cemento: l’impatto violento ha ribaltato la vettura al centro della carreggiata, in uno schianto risultato fatale per i due giovani. Sull’esatta dinamica dell’incidente indagano i carabinieri di Zogno, sicuri che chi si trovava al volante in quel momento abbia fatto tutto da solo, forse a causa della velocità o dell’asfalto reso viscido dalla pioggia battente.

Cusio e Santa Brigida si sono svegliati nella notte con la tragica notizia e il cordoglio si è trascinato lentamente per tutta la giornata di sabato: per i coetanei dei due giovani il modo più semplice per dare l’ultimo saluto agli amici è stato un messaggio su Facebook, poche parole o una fotografia. Brevi congedi lasciati in spazi virtuali dove, ogni giorno, si condividevano momenti felici: il dolore, espresso in pochi caratteri, stona in quel contesto, come la fatica dei ventenni di reagire e trovare una spiegazione alla prematura e improvvisa scomparsa di due amici.

“Vogliamo ricordarvi con il sorriso, ci mancherete amici” è il commento sintetico di chi Gabriele e Cristian li conosceva entrambi ma che ben riassume il pensiero di tutti, consapevoli che quei ragazzi se ne siano andati troppo presto: “Che gran cazzata la vita! Guardateci e curateci da lassù adesso, e se riuscite indirizzateci! Riposate in pace amici” gli fa eco un altro.

“Capisci quanto vuoi bene a una persona solo quando l’hai persa – è l’ultimo commento di un amico sulla bacheca di Cristian – Ricordi tutti i momenti più belli e ci pensi solo quando non c’è più, pensi a quanto era importante. Amico mio non ci credo ancora ma so che non ci sei più. Non ci voglio credere. Io sono qui e continuerò a chiamare, scriverti…ciao amico mio”.

leggi anche
  • La tragedia
    Lorenzo morto nel lago Il ricordo degli amici Il pm apre un fascicolo
    Lorenzo Canini, il sub morto sabato a Tavernola
  • A brugherio
    Colpito da un braccio meccanico, muore operaio di Sant’Omobono
    Generico
  • La tragedia
    Schianto e auto ribaltata San Giovanni Bianco: morti due giovani di 21 anni
    Generico
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it