BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Blitz in Turchia, ma muore il magistrato sequestrato

Alla fine è morto, per le ferite ricevute nel blitz delle forze dell’ordine il magistrato Mehmet Selim Kiraz, sequestrato nella sede del Palazzo di Giustizia di Caglayan, sul versante europeo di Istanbul, in Turchia.

Più informazioni su

Alla fine è morto, per le ferite ricevute nel  blitz delle forze dell’ordine il magistrato Mehmet Selim Kiraz, sequestrato nella sede del Palazzo di Giustizia di Caglayan, sul versante europeo di Istanbul, in Turchia.

Uccisi nell’azione anche i due uomini armati che martedì lo avevano preso in ostaggio. Si tratta del procuratore Kiraz, responsabile delle indagini sulla morte di Berkin Elvan, un quindicenne colpito alla testa da una capsula di gas lacrimogeno nel giugno 2013, durante le proteste anti-governative a Gezi Park e deceduto in ospedale nel marzo dell’anno scorso senza mai essere uscito dal coma.

Sul posto sono intervenute le forze speciali mentre l’edificio – uno dei palazzi di giustizia più grandi d’Europa – veniva evacuato, ed è stata avviata la trattativa.

Ma dopo sei ore, quando i negoziati con i rapinatori non avevano ancora portato ad alcun esito, intorno alle sette di sera (ora italiana), sono stati sentiti alcuni spari provenire proprio dalla stanza in cui il procuratore era tenuto in ostaggio: a quel punto è scattato il blitz delle forze dell’ordine, e i testimoni hanno riferito di aver sentito spari, raffiche di mitra, esplosioni.

Il magistrato era stato portato subito in ospedale: "Abbiamo fatto di tutto per salvarlo, ma è arrivato già morto", spiega un dirigente dell’ospedale Florence Nightingale. 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.