BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Teb, passeggeri in crescita A bordo arrivano biglietti e servizio di sorveglianza

La soddisfazione dei clienti Teb nel 2014 è cresciuta fino a una media di 7,7: i punti di forza il rispetto delle corse e delle fermate previste, la copertura efficace del territorio servito, le informazioni alle fermate e la puntualità delle corse. Si lavora sulla vendita di biglietti a bordo e su servizio di sorveglianza.

Teb cresce nel corso del 2014, sia in termini di passeggeri, 3.420.000, che di soddisfazione degli stessi per il servizio offerto: secondo l’annuale indagine Customer Satisfaction gli utenti assegnano una valutazione complessiva media di 7,7 punti su una scala da 0 a 10.

L’indagine, condotta su un campione di 200 persone divise equamente tra abbonati e occasionali, ha messo bene in evidenza punti di forza e punti deboli del servizio che ad aprile taglierà il traguardo dei 6 anni di vita: voti altissimi per il rispetto delle corse e delle fermate previste (8,9 su 10), puntualità delle corse (8,8), informazioni alle fermate (8,5) e copertura efficace del territorio servito (8,3) mentre c’è ancora da lavorare sulla facilità di munirsi dei documenti di viaggio (6,5) e sul livello di risposta a richieste sul servizio, reclami e informazioni (6,3).

Il 44% degli intervistati dichiara di utilizzare i servizi Teb da 4 o 5 anni, un dato in flessione di oltre 5 punti percentuali compensato dalla crescita dei nuovi utenti, +20%: la scelta ricade sulla tramvia per motivi di lavoro e studio ma anche di divertimento e cultura, per la comodità del viaggio e per la convenienza economica. Il 43% arriva alla propria meta utilizzando una sola linea, il 51,5% conclude il proprio viaggio a piedi, il 40,5% viaggia mediamente tra i 16 e i 30 minuti. In prevalenza a usufruire del servizio delle Tramvie Elettriche Bergamasche sono studenti e pensionati: i consigli principali degli utenti riguardano un potenziamento delle corse serali e festive, il ribasso dei prezzi e il maggiore controllo.

Nei tre fattori considerati più importanti dai viaggiatori, affidabilità, sicurezza e tempo di viaggio, le valutazioni sono molto positive mentre per i settori che presentano maggiori criticità l’azienda sta già predisponendo i necessari rimedi.

In particolare si lavora per risolvere l’annoso problema relativo alla reperibilità dei biglietti e al controllo a bordo degli stessi: nel corso del 2014 su 120 reclami presentati, 70 riguardavano il malfunzionamento dei distributori automatici a terra, il più delle volte a causa di atti vandalici.

Il 3 aprile si chiuderà la gara per la fornitura delle emettitrici a bordo dei mezzi: si parte da una base d’asta di 540mila euro per la copertura dei 14 tram, che saranno i primi a sperimentare il servizio, e dei 200 autobus della flotta Atb. Contando i tempi tecnici a settembre potrebbero già esserci i primi distributori automatici sulle linee Teb ed entro la fine dell’anno su tutto il sistema.

Ma non solo. Per combattere l’evasione, che si stima possa ruotare attorno al 7%, è in dirittura d’arrivo la procedura che attiverà un servizio di sorveglianza per il controllo dei biglietti e la tutela del patrimonio aziendale: ci saranno gruppi di quattro guardie giurate che opereranno in modo casuale su fasce orarie e giorni differenti.

Essendosi esaurito il mandato triennale dell’attuale consiglio di amministrazione, nell’assemblea di fine aprile verrà messo all’ordine del giorno anche il rinnovo delle cariche: “La tramvia elettrica di Bergamo è un fiore all’occhiello non solo a livello locale – ha commentato il presidente Nunziante Consiglio – Siamo soddisfatti di quello che abbiamo fatto in questi cinque anni e dalla risposta avuta dalla clientela ma il servizio ha potenzialità anche maggiori. C’è la soddisfazione personale di aver fatto il presidente di una società che non si è limitata alla semplice amministrazione ma che è sempre stata vigile su questioni quali il reperimento di fondi, il rapporto col ministero e coi privati e alla promozione della cultura. Purtroppo, però, con i tagli che a pioggia stanno investendo tutti non vedo grandi orizzonti”.

L’indagine completa sulla soddisfazione dei clienti:

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da PIER COMOTTI

    Un’altra cosa da migliorare, e parecchio secondo me, e’ la pulizia della stazione di Albino (io abito li) che lascia molto a desiderare, soprattutto dove ci sono le pensiline e negli spazi tra banchina e tram (c’e’ per terra veramente di tutto, dalle lattine alle bottigliette, dai pacchetti di sigarette vuoti alle cartacce). Inoltre girano certe facce, anche di giorno…..

  2. Scritto da Daniela

    Ma cosa è la Teb???

  3. Scritto da beppe

    Ottimo servizio e personale molto gentile e professionale ma alla stazione di bergamo fs troppi balordi.
    Sabato nel tardo pomeriggio facevano uso di droga (non i soliti spinelli quelli gia alle 8 infestano l’aria) davanti a tutti incuranti della gente.
    Più controllo o io personalmente a bg in tram non scendo più .
    Sig.Consiglio prenda più spesso il tram, magari la sera, che si rende conto di cosa gira
    Grazie

    1. Scritto da Daniele

      Il bello è che a volte si vedono agenti della polfer passeggiare avanti e indietro in un raggio di meno di dieci metri fra la sala d’aspetto ed il bar, poco oltre scene da bronx. Fi ‘nda chèle gambe!

  4. Scritto da Alberto

    I controlli a bordo sarebbero cosa gradita e giusta: c’è sempre troppa gente che sale e scende a piacimento senza la minima preoccupazione che, magari, ci voglia pure un biglietto a pagamento per poterlo fare…