BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Mamma di bimbo di 4 anni morì dopo operazione per dimagrire: medico veneto indagato

Morì nel novembre di due anni fa, pochi giorni dopo essersi sottoposta a un intervento di bypass gastrico al Policlinico San Pietro di Ponte San Pietro a Bergamo. Una tragedia che ha colpito Grazia Maria Bresolato, la 42enne di Vigonovo (in provincia di Venezia) e per la quale dell’ospedale di Dolo è indagato.

Morì nel novembre di due anni fa, pochi giorni dopo essersi sottoposta a un intervento di bypass gastrico al Policlinico San Pietro di Ponte San Pietro a Bergamo. Una tragedia che ha colpito Grazia Maria Bresolato, la 42enne di Vigonovo (in provincia di Venezia) e per la quale dell’ospedale di Dolo è indagato.

Il consulente della Procura ha escluso responsabilità da parte dei vari medici che hanno avuto in cura la donna, a cominciare da quelli bergamaschi, fatta eccezione per il radiologo dell’ospedale di Dolo che non si sarebbe accorto in tempo, leggendo una Tac, di una complicanza dell’operazione di baypass rivelatasi fatale.

La donna, madre di un bambino di quattro anni, aveva deciso di sottoporsi all’operazione perché non riusciva a perdere peso dopo la gravidanza. L’intervento era stato eseguito nella struttura bergamasca il 22 novembre del 2013. Quattro giorni dopo la donna era stata dimessa, ma non era più stata bene.

Il 29 novembre l’ulteriore aggravamento e la corsa all’ospedale di Dolo. Qui, nella notte, era stata operata d’urgenza. Inutilmente. Poche ore dopo la morte.

Secondo il consulente della Procura, all’origine della tragedia ci sarebbe una complicanza dell’operazione di bypass che, se individuata in tempo, poteva essere risolta con un intervento.

Invece, sempre seconda la ricostruzione del consulente, la prima Tac eseguita al momento del ricovero a Dolo non sarebbe stata letta correttamente. Solo da una seconda Tac, eseguita cinque ore dopo, era emersa la lesione ed era stato disposto l’intervento d’urgenza. Troppo tardi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.