BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Corte dei Conti: “Regolari le spese dei gruppi consiliari nel 2014”

Via libera da parte della Sezione regionale di controllo per la Lombardia della Corte dei Conti ai rendiconti dei gruppi consiliari riferiti all’attività 2014. L’attestazione della regolarità delle spese è contenuta in una delibera della Sezione regionale della Corte di controllo per la Lombardia inviata il 20 marzo al Presidente Raffaele Cattaneo, che ne ha messo a conoscenza l’Ufficio di Presidenza nella prima seduta utile.

Via libera da parte della Sezione regionale di controllo per la Lombardia della Corte dei Conti ai rendiconti dei gruppi consiliari riferiti all’attività 2014. L’attestazione della regolarità delle spese è contenuta in una delibera della Sezione regionale della Corte di controllo per la Lombardia inviata il 20 marzo al Presidente Raffaele Cattaneo, che ne ha messo a conoscenza l’Ufficio di Presidenza nella prima seduta utile.

“La Corte dei Conti oggi avvalla le spese che i gruppi del Consiglio regionale della Lombardia nel 2014, primo anno ‘pieno’ della decima legislatura, hanno sostenuto per le attività riguardanti il loro mandato – lo afferma il presidente del Consiglio regionale della Lombardia, Raffaele Cattaneo –. Mi sembra un riconoscimento non trascurabile che aggiunge un’ulteriore nota positiva sulla serietà del lavoro di questa amministrazione e di tutti i gruppi che la compongono. Dopo mesi di polemiche e accuse che hanno fortemente danneggiato l’immagine dei Consigli regionali, dalla Lombardia arriva un segnale concreto che il processo di autoriforma è stato avviato con successo. Il nostro Consiglio continuerà sul percorso della sobrietà e del risparmio che è già stato intrapreso, nella consapevolezza che la democrazia ha un costo e che ci sono spese assolutamente legittime che devono essere sostenute per il miglior esercizio della stessa”. Nel mese scorso i Gruppi consiliari avevano presentato tutta la documentazione relativa ai rendiconti annuali, poi esaminati dalla Corte sulla base dei riferimenti alle leggi nazionali e regionali. L’istruttoria, completata entro il mese previsto, ha permesso di valutare “la regolarità della rendicontazione” e che tutte le spese sostenute sono “inerenti all’attività istituzionale dei gruppi consiliari”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da merde

    Che gente senza cuore, la gente che muore di fame e loro che trovano gli inganni per rimanere con i privileggi.

  2. Scritto da Marco

    Bravi. Avete sostituito i rimborsi da rendicontare con un rimborso forfettario di 4218 € esentasse e senza rendicontazione. Oltre ai 10545 € al mese. Bravi a prendere in giro la gente